Generatore di acqua potabile: cos’è e come funziona

-
27/11/2022

Si parla da ormai diversi anni di emergenza idrica e mai come quest’anno si era percepita così vicina, soprattutto in Italia. Tuttavia, una nuova tecnologia potrebbe rappresentare una delle possibili soluzioni al problema: una startup ha sviluppato uno strumento in grado di ricavare acqua potabile e sicura. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Acqua, Pulita

Nonostante nell’ultimo periodo si sta assistendo a un aumento del numero di eventi estremi che causano alluvioni sulle nostre città, fino a pochi mesi fa si parlava di emergenza idrica e siccità, e tutt’ora il problema persiste.

Eppure, una startup tunisina ha dato vita a una tecnologia che potrebbe rivelarsi estremamente utili. Si tratta di Kumulus, l’azienda che ha sviluppato un sistema che consente di ricavare acqua potabile e sicura. Ma in che modo? Scopriamolo insieme.

Generatore di acqua potabile: cos’è

Acqua

Kumulus è una startup tunisina che ha sviluppato un dispositivo in grado di produrre dai 20 ai 30 litri di acqua potabile al giorno. In che modo? Raffinando il vapore acqueo presente nell’aria, il quale passa per un filtro antiparticolato che si occupa di uccidere tutti i batteri nocivi e infine l’acqua potabile viene raccolta in un piccolo serbatoio, pronta per essere consumata in piena sicurezza.

Secondo quanto spiegato dal CEO Iheb Triki:

La tecnologia Kumulus replica l’effetto della rugiada e della condensazione dell’acqua nell’aria.

Lo strumento è stato progettato per essere completamente autonomo, pertanto può essere trasportato, allestito e mantenuto facilmente in qualsiasi parte del mondo.

Inoltre, il sistema offre opzioni di controllo mobile attraverso dashboard e app, oltre a funzionalità che garantiscono che l’acqua venga erogata in modo sostenibile ed economico.