Hawaii: allerta per l’eruzione del vulcano Mauna Loa, il più grande al mondo

Ieri notte uno dei vulcani attivi più grandi al mondo ha diffuso il panico nelle Hawaii. La notizia della nuova eruzione è stata diffusa dal Servizio geologico degli Stati Uniti (USGS) e ora si spera non accada il peggio.

Mauna Loa Hawaii

È il vulcano attivo più grande al mondo e nella notte di ieri, domenica 27 novembre 2022, il Mauna Loa è tornato a eruttare.
Da parte del Servizio geologico degli Stati Uniti (USGS), è stato dichiarato che:

In questo momento, i flussi di lava sono contenuti all’interno dell’area sommitale e non minacciano le comunità a valle.

La preoccupazione rimane comunque alta e lo stato di allerta cresce, perché era da ben 40 anni che l’enorme vulcano non dava segni di attività. Il Mauna Loa occupa più della metà della superficie di Big Island alle Hawaii.

Con i suoi 4.169 metri di altitudine sopra il livello dell’Oceano Pacifico, il vulcano attivo più grande al mondo non eruttava dal 1984. All’epoca, le colate di lava raggiunsero un raggio di oltre 8 chilometri.

Il Mauna Loa torna in attività: gli ultimi aggiornamenti

vulcano

Il Mauna Loa, noto per essere il vulcano attivo più grande del mondo, situato nell’arcipelago delle Hawaii, è tornato a eruttare. Ieri notte è giunta la notifica dell’USGSA che, come anticipato nel presente articolo, ha tranquillizzato la popolazione, chiarendo come gli stadi dell’eruzione del Mauna Loa siano molto dinamici ed è quindi bene essere ben attenti, continuare a monitorare ma senza “andare nel panico”.

Momentaneamente, il livello di allerta è stato definito come advisory a warning proprio perché le colate laviche sono perlopiù state individuate nella sommità del vulcano e dunque non sembra minacciare i centri abitati, che si trovano a valle, ma la situazione rimane comunque da monitorare e l’allerta potrebbe crescere.

Oltre all’eruzione del vulcano Mauna Loa, l’arcipelago è stato colpita da diversi terremoti di magnitudo superiore a 2,5, circa una dozzina. Nelle ultime ore poi, l’USGS ha fatto sapere che ci sono state altre scosse di magnitudo maggiore, fino a 4,2.

Non rimane che attendere aggiornamenti in tempo reale e, anche, capire quanto la natura stia dando segnali di sfinimento. Per quanto infatti eventi simili siano sempre accaduti, l’attuale emergenza climatica rende gli equilibri naturali sempre più precari e i disastri sempre più probabili.