Honda: il futuro sarà l’elettrico

-
17/03/2023

Così Honda diventerà una big dell’auto elettrica negli USA. La casa automobilistica annuncia una riorganizzazione da 700 milioni di dollari, e potrà contare anche su partnership illustri. Andiamo a scoprire quali sono i piani di Honda la transizione elettrica.

auto el 1

Honda ha definito la propria strategia per accelerare sulla transizione ecologica negli Stati Uniti.

Auto elettriche: il piano strategico Honda

honda-1596081__340

Tutto ruoterà intorno al complesso che ha sede in Ohio, dove sorgerà il nuovo Hub EV. Lì, la Casa avvierà la produzione di auto elettriche a partire dal 2026.

Honda ha stabilito una riorganizzazione più profonda della sua struttura organizzativa americana, che sarà supportata con un investimento di 700 milioni di dollari.

Si parte da Marysville nel 2024. Come detto, il primo stabilimento che si dedicherà alla costruzione di automobili elettriche negli USA sarà quello situato in Ohio, e più precisamente a Marysville. Si chiama MAP (Marysville Auto Plant) e ha aperto i battenti nel 1982.

A Marysville si terranno presto i primi corsi di formazione per i dipendenti, che saranno così in grado di assecondare il cambiamento verso le zero emissioni. Le due linee produttive attuali saranno aggiornate a partire dal gennaio del 2024 e saranno così in grado di passare dalla costruzione di auto termiche e ibride che avviene adesso a quella dedicata a vetture 100% elettriche.


Leggi anche: I-Seed: il primo seme robot biodegradabile stampato in 3D

Auto elettriche: lo sviluppo in tutto il mondo

auto elettriche

Guardando alle altre fabbriche che Honda ha attive negli States, la Casa ha già deciso come prepararle al futuro. In Georgia, ad esempio, la fabbrica TMP-G (sigla che sta per Transmission Plant) sarà rinnovato con l’aiuto di un fornitore di cui non si sa ancora il nome per la costruzione di schemi motopropulsori per vetture a zero emissioni. Lì saranno prodotti motori, inverter, componenti elettronici.

Lo stabilimento presente in Indiana (Indiana Auto Plant), per esempio, sarà di supporto a quello in Ohio e accoglierà la produzione di modelli non elettrici, tra cui la Honda Accord, a partire dal 2025 proprio per consentire al Marysville Auto Plant di concentrarsi su vetture a zero emissioni. Lo stesso farà l’Alabama Auto Plant per quanto riguarda i motori che sono attualmente costruiti dall’Anna Engine Plant, con sede sempre in Ohio.

Oltre a questo, Honda si sta muovendo negli USA anche attraverso una serie di partnership con altre realtà della mobilità elettrica. Sempre in Ohio sorgerà una Gigafactory costruita in joint venture con LG Energy Solution mentre grazie a una collaborazione con General Motors le due Case avvieranno la produzione di auto elettriche in sinergia a partire dal 2027.

In questo modo la Casa nipponica Honda, che mira a diventare carbon neutral entro il 2050 e che si appresta a inaugurare una divisione dedicata esclusivamente alle vetture elettriche, si avvierà alla produzione di sole auto a zero emissioni fissata al 2040.