Il Nepal ha raddoppiato le foreste: ecco come

Una buona notizia dal Nepal, dove dopo anni di imponente deforestazione il numero di alberi presenti è ora raddoppiato. Una strategia, quella attuata in Nepal, che si può ora affermare abbia funzionato; certo però, questo non vuol dire il problema non esista più.

DDDD8DA2-A715-4391-A2A4-D8071919B084

La deforestazione è un problema primario che molti leader mondiali, purtroppo solo ultimamente, stanno finalmente cercando di contrastare e non (più) solo a parole. Sempre su infoambiente.it è stata comunicata la recente intenzione da parte delle tre nazioni che presentano il maggior numero di foreste pluviali di agire per preservare una tale ricchezza.

E mentre la speranza che il nuovo accordo apporti reali cambiamenti a fin di bene, in Nepal le foreste sono tornate a splendere, grazie a una manovra del governo che ha dato i risultati sperati. Una decisione presa circa 40 anni fa e che non dava molta fiducia; invece, con il “senno dei poi”, il Governo sembra abbia intrapreso la strada giusta.

Ecco perché in Nepal le foreste sono tronate a crescere

nepal

Durante la metà degli anni Ottanta il Nepal anche a causa della crescente deforestazione, è stato vittima di eventi meteorologici estremi. Eppure la popolazione, per diversi motivi, continuava a tagliare indiscriminatamente gli alberi, finché l’amministrazione non ha deciso di cedere ampie porzioni di foreste alle comunità locali.


Leggi anche: Nepal: biodiversità tra Parchi e Riserve Naturali

In questo modo moltissimi volontari si sono messi in prima fila in nome della protezione delle foreste e anche per risanare le zone e le porzioni danneggiate dall’attività antropica.

Ne è conseguita una lenta ma efficace nuova maniera di vivere il rapporto uomo/natura, ben più rispettosa per l’ambiente e che ha portato la popolazione a una volontà maggiore di preservare le foreste.

Attraverso la piantumazione l’area ora coperta
da alberi è praticamente raddoppiata, passando dal 26,2 per cento nel 1992 al 44,9 per cento nel 2016. In quasi 40 anni dunque, la decisione del governo che all’epoca non pareva dare speranza ha portato invece a un ottimo risultato, tra l’altro in un periodo storico che necessita più che mai di buoni esempi.

Per quanto la notizia sia positiva, rimane comunque il problema della deforestazione in Nepal, specialmente perché esistono ancora molti atti illegali da parte dei bracconieri per esempio, oppure le foreste vengono distrutte da incendi sempre più imponenti e frequenti a causa del riscaldamento globale.