Il primo camper al mondo alimentato con pannelli fotovoltaici: Stella Vita

-
06/10/2022

Il veicolo è stato realizzato da un team di studenti della Eindhoven University of Technology. Andiamo a scoprire tutte le caratteristiche del camper che sarà il futuro della mobilità sostenibile.

Stella Vita, il primo camper al mondo alimentato solo da energia solare

Il recente Salone del Camper di Parma ha visto un netto incremento della presenza di nuovi veicoli ricreazionali elettrificati in grado di assicurare una sempre maggiore compatibilità ambientale. Ma la vera svolta “green” in questo settore potrebbe arrivare da “Stella Vita”, il primo camper al mondo alimentato completamente a energia solare.

Stella Vita: il progetto rivoluzionario

Energia, Solare
Autore: Bru-nO / Pixabay

A realizzare questo originale veicolo definito una “casa mobile su ruote” è stato un team composto da 22 giovani studenti della Eindhoven University of Technology dei Paesi Bassi.

Gli ideatori del prototipo spiegano:

“Stella Vita è la nostra casa su ruote autosufficiente. Una casa mobile in cui è possibile vivere e lavorare viaggiando grazie all’energia del sole. Stella Vita genera energia attraverso i suoi pannelli solari sul tetto e la utilizza sia per guidare che per vivere. Stella Vita genera energia solare sufficiente per guidare, fare la doccia, guardare la Tv, caricare il laptop e preparare il caffè. Siete completamente autosufficienti e indipendenti. In questo modo, siete liberi di andare dove volete, senza danneggiare l’ambiente”.


Leggi anche: Stella marina: alcune curiosità sull’affascinante animale che ricresce

Stella Vita: come funziona il camper che va ad energia solare

Sostenibilità
Autore: anncapictures / Pixabay

A bordo del camper a energia solare, capace di una velocità massima di 120 km/h, c’è tutto il necessario per soddisfare le esigenze di viaggio e di vacanza per due persone e tutto l’occorrente viene alimentato dai pannelli solari. Proprio la particolare architettura di questi pannelli permette di usufruire di una superficie molto ampia, poiché se per motivi di efficienza l’ingombro deve essere minimizzato durante gli spostamenti, nelle soste è possibile raggiungere i 17,5 metri quadri di estensione.

Praticamente il tetto della vettura triplica la sua estensione grazie alla disposizione a sandwich dei pannelli supplementari che fuoriescono dai due lati. Una carica completa delle batterie è sufficiente a percorrere circa 700 km e con il sole, durante il viaggio e le soste, si contribuisce alla ricarica anche perché per ottenere il “pieno” da zero occorrono due o tre giorni di luce solare.

L’autonomia comunque non sembra essere un problema, come già dimostrato, tanto per fare un esempio, durante il primo viaggio dall’Olanda alla Spagna meridionale, in cui sono stati percorsi quasi duemila chilometri senza mai dover ricorrere a una ricarica completa. Stella Vita, anche se perfettamente funzionante in tutte le sue componenti, è ancora in fase di prototipo ma presto potrebbe trasformarsi in realtà con relativa produzione in serie.