Il tè nero: quali sono i benefici per la salute

-
05/09/2022

Un recente studio ha sottolineato che coloro che consumano 2 o anche più tazze di tè nero ogni giorno hanno un rischio di mortalità inferiore e pari al 9-13% e, di conseguenza, aspettative di vita più lunghe. Andiamo a scoprire quali sono i benefici per chi assume questa fantastica bevanda.

Tè, Nero

Il è una delle bevande più consumate al mondo. Precedenti ricerche hanno suggerito un’associazione tra il consumo di tè e il minor rischio di mortalità nelle popolazioni in cui il tè verde è il tipo più comune.

Tè nero: le valutazioni sui consumi

Tè

Recentemente, i ricercatori del National Institutes of Health hanno condotto uno studio per valutare le associazioni del consumo di tè nero con la mortalità per tutte le cause e per causa specifica, utilizzando i dati della Biobanca britannica.

Hanno anche valutato se le associazioni differivano con l’uso di comuni additivi per il tè (latte e zucchero), temperatura del tè e varianti genetiche che influenzano la velocità con cui le persone metabolizzano la caffeina.

Tè nero e mortalità: la ricerca del team di ricercatori britannici

Tè, Nero

Lo studio ha valutato uomini e donne, di età compresa tra 40 e 69 anni, che hanno completato un questionario di riferimento tra il 2006 e il 2010.

Di questi, l’85% ha riferito di bere regolarmente tè e di loro, l’89% ha riferito di bere tè nero.

Rispetto ai non bevitori di tè, i partecipanti che hanno riferito di aver bevuto 2 o più tazze ogni giorno avevano un rischio di mortalità inferiore del 9-13%.

Questi effetti positivi non erano influenzati dal fatto che i partecipanti bevessero anche caffè, aggiungessero latte o zucchero al loro tè, la temperatura del tè o varianti genetiche legate al metabolismo della caffeina.

Secondo gli autori, i loro risultati suggeriscono che il tè nero, anche a livelli di assunzione più elevati, può far parte di una dieta sana ma, al tempo stesso, la comunità scientifica ha affermato che, nonostante i risultati positivi, questi non bastano a stabilire che bere soltanto il tè possa diminuire il rischio di mortalità.