Inquinamento dell’aria: i rischi e le possibili soluzioni

0
4067

L’inquinamento dell’aria è costituito da sostanze inquinanti volatili che alterano la naturale composizione dell’atmosfera, provocando seri danni all’uomo e all’ecosistema. Le sostanze inquinanti primarie, provenienti da processi chimici e combustioni, possono a loro volta generare altri elementi inquinanti, attraverso le reazioni chimiche che avvengono a contatto con l’aria.

L’uomo è responsabile in gran parte dell’inquinamento dell’aria causato dalle strutture industriali, dagli inceneritori, dal traffico su strada, ma anche da dispositivi di piccole dimensioni, come gli impianti di riscaldamento e climatizzazione. Gli effetti provocati dalle sostanze immesse nell’atmosfera sono molteplici, e talvolta arrivano a compromettere seriamente l’ecosistema, sia a livello locale che globale. La gravità è dovuta soprattutto al tempo di permanenza degli inquinanti: alcuni precipitano dopo poche ore e non provocano danni rilevanti, altri permangono a lungo, si diffondono rapidamente e sono spesso motivo di gravi problemi per l’ambiente e per la salute umana.

inquinamento-dell-aria-ricerca

Gli studi e i metodi di ricerca sull’inquinamento dell’aria

La ricerca sull’inquinamento dell’aria e il costante monitoraggio dello stato dell’atmosfera sono necessari per conoscere e affrontare i problemi ambientali e per identificare le cause di squilibrio e degrado, arrivando a studiare i possibili rimedi. I metodi di risanamento sono mirati sia alla riduzione o eliminazione della fonte inquinante, sia a contenere i danni delle sostanze inquinanti già immesse nell’atmosfera. I metodi di ricerca sull’inquinamento dell’aria vengono effettuati in prevalenza attraverso una continua attività di monitoraggio della bassa atmosfera, svolta tramite le apposite stazioni di rilevamento sparse sul territorio.

Si tratta di strutture in grado di misurare la concentrazione degli agenti inquinanti, e di controllare che siano rispettati i limiti minimi imposti dalla legge: un sistema complesso e sofisticato, che offre risultati precisi, anche se non consente di individuare tutti gli inquinanti atmosferici, ma solo alcuni. La presenza di sostanze inquinanti viene inoltre rilevata attraverso lo studio dell’ambiente e degli organismi viventi, in relazione alle diverse reazioni fisiche e chimiche nei confronti dell’inquinamento dell’aria.

inquinamento-dell-aria-cause

Inquinamento dell’aria: conseguenze e rimedi

Sia a livello regionale che nazionale, e recentemente anche europeo, sono in vigore diverse leggi specifiche che limitano o vietano l’immissione nell’aria di determinate sostanze inquinanti. Tuttavia, a causa dello scarso investimento dell’industria verso le tecnologie sostenibili, nell’aria vi è sempre una presenza costante di inquinanti, mentre in realtà le conseguenze e i rimedi sull’inquinamento dell’aria sono legati prima di tutto a quella che dovrebbe essere una metodologia preventiva. Le sostanze inquinanti più diffuse sono le polveri e gli ossidi di azoto e di zolfo provocati dagli autoveicoli e dall’industria, il benzene prodotto dai gas di scarico e dagli impianti di raffinazione, i gas fluorurati e le altre sostanze che inibiscono lo strato di ozono naturale, oltre a eventuali contaminazioni di origine chimica e radioattiva.

Le conseguenze dell’inquinamento dell’aria sono costituite soprattutto da allergie e patologie dell’apparato respiratorio e della pelle anche di grave entità, dall’insorgere di alterazioni genetiche ad animali e piante e da danni rilevanti nei confronti dell’ecosistema e della catena alimentare. Dal 2005, il Protocollo di Kyoto obbliga i paesi industrializzati ad adottare metodi e tecnologie che possano contrastare l’effetto serra e la riduzione dell’ozono atmosferico, ma anche a livello individuale è comunque possibile seguire uno stile di comportamento ecosostenibile: limitare l’uso dell’automobile, ridurre il consumo di energia elettrica, controllare periodicamente gli impianti di riscaldamento, scegliere elettrodomestici a basso consumo e ricorrere, quando possibile, a fonti di energia alternativa, sono accorgimenti piuttosto semplici che, se adottati come stile di vita, possono rivelarsi efficaci.

SHARE
Previous articleSurriscaldamento globale: quali sono le cause e i rischi che comporta
Next articleInquinamento atmosferico: da cosa è dato maggiormente ?