Insetti del legno: come riconoscerli ed eliminarli

-
14/05/2021

Gli insetti del legno sono parassiti decisamente fastidiosi e dannosi, poiché si nutrono proprio della polpa lignea scavando cunicoli in tutti gli oggetti che sono fatti di questo materiale. Vediamo insieme quali sono gli insetti del legno, come riconoscerli e come eliminarli.

farmhouse-358286_1920

La lotta agli insetti del legno è ormai aperta da moltissimi anni, anche perché spesso questi parassiti intaccano elementi strutturali delle abitazioni come le travi dei tetti o delle fondamenta. Se quindi all’interno di un appartamento rovinano mobili e manufatti di legno, in altri contesti potrebbero provocare dei danni davvero ingenti, con una conseguente spesa elevatissima. Per questo motivo è importante imparare a riconoscere sin da subito la presenza di questi insetti, in modo da riuscire ad eliminarli per tempo, prima che facciano danni irreparabili.

Insetti del legno: quali sono e come riconoscerli

Esistono diverse specie di insetti del legno, chiamati così proprio per la loro particolarità di nutrirsi della polpa lignea e di risultare quindi estremamente dannosi nelle abitazioni. Distinguere e riconoscere il parassita specifico può essere molto utile non solo per comprendere l’entità dei danni ma anche e soprattutto per capire quale sia la strada migliore per eliminare il problema.


Leggi anche: Afidi: come riconoscerli e quali rimedi adottare per eliminarli

Il tarlo del legno

Il tarlo del legno (nome scientifico anobium punctatum) è uno dei parassiti più diffusi anche in Italia e fa la sua comparsa solitamente nel periodo primaverile, da maggio a giugno. Questo insetto attacca sia il legno di latifoglie che quello di conifere e può provocare dei danni anche molto ingenti. Questo dipende anche dal fatto che spesso ci si accorge della sua presenza quando ormai è troppo tardi.

I tarli del legno sono piccoli e hanno un colore bruno. Per eliminarli occorre utilizzare degli insetticidi specifici a base di permetrina, che uccidono gli insetti senza rovinare il legno. Questi insetti volano liberamente quando il clima è caldo, quindi si possono notare anche in altre zone della casa.

L’orologio della morte

wood-floor-1170744_1920

Quello che viene comunemente chiamato l’orologio della morte è il tarlo del legno xestobium rufovillosum e lo si può riconoscere per via del rumore che produce (e al quale deve anche il suo nome popolare). Questo insetto infatti durante il periodo di riproduzione sbatte il capo contro il legno producendo una specie di ticchettio regolare e costante. L’orologio della morte può causare dei danni anche molto ingenti e scava in profondità.

Coleotteri cerambicidi

I coleotteri cerambicidi sono decisamente più grandi rispetto ai tarli del legno che abbiamo appena visto e possono raggiungere anche i 3 cm di lunghezza. Si possono riconoscere facilmente perché scavano nel legno delle gallerie più grosse, arrivando anche ad 1 cm di diametro.

Scavando cunicoli molto più grandi, questi insetti del legno risultano particolarmente dannosi. Infatti, indeboliscono travi, mobili e qualsiasi oggetto in legno dall’interno, provocandone spesso la rottura.

Insetti del legno in casa: come eliminarli

Per eliminare gli insetti del legno in casa esistono diversi rimedi. In commercio si possono trovare insetticidi appositi però si tratta pur sempre di prodotti chimici. Fortunatamente, esistono anche delle tecniche di disinfestazione definite biologiche. Queste non hanno alcun impatto sull’ambiente e non prevedono l’utilizzo di sostanze chimiche dannose per la salute. Un esempio è l’utilizzo dell’anidride carbonica, che però ha anche dei costi non proprio bassissimi.