Jaguar progetto innovativo: come ricavare accumulatori di energia per la casa

-
17/04/2022

Lo smaltimento delle batterie rappresenta da un pò di tempo una problematica primaria dal punto di vista ambientale, ma se fosse possibile riutilizzarle e donargli un’altra vita ? Questa è l’idea di Jaguar e Pramac che hanno deciso di reciclare le batterie esauste delle auto elettriche per creare degli accumulatori di energia da poter utilizzare in casa. Andiamo a vedere di cosa parla il progetto.

Batterie, Elettriche

La transizione energetica è accompagnata constantemente da alcune sfide che non sono facili da risolvere , proprio come il riciclo delle batterie.

Una delle strade per ovviare a questo problema potrebbe essere riutilizzare i materiali rari contenuti all’interno delle batterie per impiegarli in altri apparecchi elettronici , ma questa può essere considerata solo la tappa finale in quanto esistono soluzioni meno impattanti e più efficienti dal punto di vista energetico.

Il progetto

La casa automobilistica Jaguar Land Rover in collaborazione con l’azienda italiana Pramac hanno trovato un’idea innovativa per il reimpiego delle batterie esauste.

Il progetto prevede la messo a punto di un sistema di stoccaggio dell’energia ad emissione zero a partire dalle  batterie provenienti dalla Jaguar I-Pace . Quando raggiungono dei livelli critici di utilizzo per il funzionamento delle auto elettriche , queste vengono inserite nel sistema di accumulo domestico. L’idea è quella di sfruttare tale energia per garantire elettricità alle abitazioni quando la disponibilità è limitata.

Il sistema viene chiamato Off Grid Battery Energy Storage System (ESS). Il progetto prevede che l’accumulatore sia alimentato da pannelli fotovoltaici posti sul tetto dell’abitazione, Pramac riutilizza fino all’85% della batteria del veicolo per veicolare tale energia al suo interno . I materiali rimanenti delle batterie vengono ovviamente ricilati in altri modi.

Capacità e fruibilità

Sul mercato sono già disponibili due modelli, uno portatile e uno fisso. La capacità del sistema è di circa 125 kWh, il che risulta essere più che sufficiente ad alimentare una normale casa familiare per una settimana con un consumo di circa 72 kWh ogni 7 giorni.

Le unità elettriche sono dotate di connessioni di ricarica per veicoli elettrici fino a 22kW AC e possono essere anche riutilizzati per le vetture elettriche.

Che dire ? Un fantastico esempio di economia circolare, una possibilità per il futuro del risparmio energetico.