Kangchenjunga: la terza montagna più alta del mondo dopo Everest e K2

0
43
Kangchenjunga

Il Kangchenjunga è una montagna che appartiene alla catena montuosa dell’Himalaya e rientra tra i famosi Ottomila: è una delle 14 montagne al mondo che in altezza superano gli 8.000 metri. Dopo l’Everest e il K2, il Kangchenjunga è la montagna più alta del Pianeta e sono diversi gli alpinisti che si sono avventurati per riuscire a raggiungere la vetta, che si trova a ben 8.586 metri di altitudine. Le prime ascensioni documentate di questa montagna risalgono al 1955, quando una spedizione inglese guidata da Charles Evans percorse la via normale. 

Ma le ascensioni al Kangchenjunga non hanno avuto tutte esito positivo: sono stati diversi gli incidenti, come quello che coinvolse le due alpiniste Joze Rozman e Marija Frantar che morirono nel tentativo di compiere la prima ascensione femminile.

Kangchenjunga: dove si trova

Il Kangchenjunga è la montagna più orientale degli Ottomila: si trova al confine tra il Nepal e il Sikkim, in India. La due pareti occidentali sono nepalesi e si affacciano sui ghiacciai Yalung, Ratman e Kangbachen, mentre le pareti orientali sono indiane e si affacciano sui ghiacciai Talung e Zemu. Costituito da 5 cime, è la montagna indiana più elevata in assoluto, considerato che l’Everest si trova tra Cina e Nepal e il K2 tra Cina e Pakistan. Appartiene alla catena dell’Himalaya ed è la meta di numerosi alpinisti, che si avventurano su una delle sue 5 cime.

Quanto è alto il Kangchenjunga?

Fino alla metà del 1800 il Kangchenjunga era ritenuta la montagna più alta del mondo: quella con l’altitudine più elevata in assoluto. Nel 1849, però, alcuni rilevamenti britannici accurati hanno tolto il primato a questa montagna: l’Everest e il K2 erano più alti e da quel momento hanno superato il Kangchenjunga. Oggi, con le moderne strumentazioni, abbiamo la possibilità di stabilire con esattezza e assoluta precisione l’altezza di questa montagna, che equivale a 8.586 metri. Stiamo parlando della terza vetta più alta di tutto il Pianeta.

Via normale, vie alpinistiche e morti

KangchenjungaLe via normale per raggiungere la cima principale del Kangchenjunga è quella che è stata percorsa durante la prima ascensione alla vetta nel 1955 ossia la parete sud-ovest, con partenza dal Great Shelf. Dopo questa prima scalata, però, sono stati molti gli alpinisti che hanno tentato vie alternative. Ricordiamo che questa montagna ha 5 cime ed ognuna di esse può essere raggiunta dall’uno o dall’altro versante. Gli incidenti più importanti sono avvenuti nel tentativo di raggiungere la vetta principale e risalgono tutti agli anni ’90. Non possiamo dimenticare la morte delle due alpiniste Joze Rozman e Marija Frantar che speravano di essere le prime donne a raggiungere la cima principale. L’anno successivo anche un’altra donna, appartenente ad una diversa spedizione, fu data per dispersa e anno dopo anno le ascensioni al Kangchenjunga hanno fatto parlare di sé per questi incidenti funesti. Purtroppo stiamo parlando della terza montagna più alta del mondo: può fare gola a molti appassionati, ma non tutti riescono a sconfiggerla e vincerla. Il Kangchenjunga rimane comunque accessibile per la maggior parte degli alpinisti, che ogni anno si avventurano lungo i suoi percorsi per raggiungere uno dei punti più alti del modo.

Ti potrebbe interessare anche…

LEAVE A REPLY