Le regole per risparmiare sulle bollette: 5 minuti sotto la doccia e una lavatrice ogni 2 giorni

-
17/09/2022

L’ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) ha collaborato con il ministro Roberto Cingolani a un piano per il risparmio su luce e gas. Nel piano ci sono alcune indicazioni per risparmiare fino a 600 euro l’anno per ogni singola famiglia. Andiamo a scoprire di cosa si tratta.

Risparmio

Nel voler trovare qualcosa di positivo nella crisi energetica in corso, ovviamente con non poco sforzo, da questo periodo storico forse impareremo qualcosa su come risparmiare energia, ridurre i consumi di casa e in questo modo avere anche più rispetto per l’ambiente.

I consigli di ENEA: quali sono i vantaggi

Sostenibilità

Al momento ci ha pensato il Governo che recentemente ha predisposto un vero e proprio piano di risparmio che interessa anche le singole famiglie. La buona notizia è che seguendo i consigli e le raccomandazioni contenuti in questo piano, il risparmio sulle bollette di gas e luce potrebbe aggirarsi intorno ai 607 euro in un anno.

Non si tratta solo delle strette applicate al riscaldamento (un grado in meno, l’accensione ridotta di un’ora al giorno e per quindici giorni l’anno) che comunque potranno portare a un risparmio di 178,63 euro sulla bolletta, ma anche ad alcune abitudini che possono essere modificate, a partire dalla durata della doccia che, se ridotta da 7 a 5 minuti, e abbassando di tre gradi la temperatura, può portare a circa 250 euro di risparmio (così facendo, infatti, il consumo si ridurrebbe del 35%).

I consigli di ENEA: quali sono i comportamenti da tenere

Regole

Altra abitudine da cambiare è quella della preparazione della pasta. Come abbiamo visto in questo articolo, sperimentando la cottura passiva, il coperchio va sempre utilizzato, ma abbassando anche il fuoco dopo l’ebollizione della pasta, è possibile risparmiare intorno ai 12, 13 euro l’anno.

Dimezzando anche l’uso della lavatrice (una ogni due giorni invece di una al giorno) e della lavastoviglie (una volta al giorno invece di due) sulla bolletta elettrica ci sarebbe un ulteriore risparmio, rispettivamente di 52,29 euro e di 74,69 euro.

Altre buone abitudini, che portano al fatidico risparmio di circa 600 euro l’anno sono: staccare la spina alla lavatrice (1,58 euro), al frigorifero durante le vacanze (3,42 euro), non lasciare in stand by tv, decoder e dvd (4,53 euro), ridurre l’accensione del forno della cucina (13,78 euro) e fare attenzione a spegnere la luce riducendo di un’ora al giorno ogni singola lampadina (11,92 euro).

Tutti calcoli sono stati elaborati dall’Enea, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile che ha collaborato con il ministro Roberto Cingolani al piano. Sono calcoli che si basano sui consumi di una famiglia standard e che sicuramente non ignorano i comportamenti più diffusi tra le mura domestiche.