Makalu: la quinta montagna più alta del mondo

0
360
Makalu

Il Makalu è la quinta montagna più alta del mondo e anche questa appartiene alla catena dell’Himalaya insieme all’Everest, al K2, al Lhotse e al Kangchenjunga. Con i suoi 8.462 metri di altezza, il Makalu rientra tra i famosi Ottomila ossia tra le montagne che superano gli 8.000 metri di altitudine e che rappresentano da sempre delle mete ambite da alpinisti e scalatori professionisti. Avventurarsi su queste cime è senza dubbio un’impresa, che deve essere studiata nei minimi dettagli e che non lascia tanti margini di errore. Come vedremo tra poco, anche il Makalu è una montagna complessa e difficile: sono diversi coloro che si sono avventurati per raggiungere la cima ma hanno dovuto desistere. Alcune ascensioni sono però andate a buon fine: anche il Makalu è stato conquistato, come del resto ormai tutti gli Ottomila.

Makalu: dove si trova

Il Makalu, come abbiamo detto, appartiene alla catena montuosa dell’Himalaya e si trova sul confine tra il Nepal e il Tibet. Dista appena 22 km dall’Everest, la montagna più alta di tutto il pianeta ed è una meta sicuramente molto ambita da parte degli alpinisti di tutto il mondo. Tra gli Ottomila, il Makalu è quello che ha visto meno ascensioni ed il motivo è piuttosto chiaro. Si tratta infatti di una piramide quasi perfetta, costituita da 4 creste taglienti e le sue pareti sono esposte in modo particolare ai venti.

Quanto è alto il Makalu?

Il Makalu, come abbiamo già detto, appartiene agli Ottomila ma la sua altezza non è ancora stata definita in modo certo. A seconda delle fonti infatti l’altitudine di questa montagna cambia quindi oggi non siano in grado di dire quanto sia alto il Makalu con estrema certezza. Prima abbiamo affermato che la sua altezza è di 8.462 metri ma altre fonti sostengono che la cima sia alta 8.463 metri. Si tratta di una differenza minima, di un solo metro, ma per il momento non siamo in grado di dire con esattezza quale delle due misurazioni sia la più corretta e precisa.

Le ascensioni al Makalu

Questa montagna è molto ambita dagli alpinisti, come daltronde tutte le altre cime appartenenti alla catena dell’Himalaya e agli Ottomila: i grandi giganti dai quali si riesce a dominare il mondo. Come abbiamo già accennato, però, il Makalu è un monte difficile per via delle pareti particolarmente esposte alle raffiche di vento. Proprio per questo si tratta di uno degli ultimi Ottomila che è stato scalato nel periodo invernale. Se la via normale è però piuttosto accessibile ormai, la parete Ovest rimane una vera e propria conquista e prima di riuscire a conquistarla ci sono volute diverse spedizioni.

La prima ascensione lungo la parerte Ovest è stata tentata nel 1977 ma gli alpinisti sono stati costretti a ritirarsi, cosa che è accaduta anche a tutti quelli che sono venuti dopo di loro. Sono stati numerosi i tentativi di risalire il Makalu lungo la parete Ovest, ma si sono rivelati tutti fallimentari fino al 1997, quando alcuni alpinisti russi riescono finalmente a conquistare la cima da questo versante così inospitale. Era maggio, ma in inverno questa parete non è ancora stata conquistata.

Ti potrebbe interessare anche…