Mari italiani: alla scoperta del Mediterraneo intorno alla nostra Penisola

-
10/05/2019

L’Italia è una penisola circondata per tre lati dal Mediterraneo: un mare intercontinentale che bagna le coste non solo europee ma anche nordafricane ed asiatiche. Se quindi la osserviamo da lontano, possiamo dire che il mare che circonda l’Italia è uno solo ma avvicinandoci con lo sguardo la prospettiva cambia. Il Mediterraneo infatti prende nomi diversi a seconda della sua posizione ed è suddiviso quindi in 6 differenti mari italiani: il Tirreno, l’Adriatico, il Mar Ligure, il Mar di Sardegna, lo Ionio e infine il mare di Sicilia. Tutti questi fanno parte del Mediterraneo: sono però stati chiamati con nomi specifici per riuscire a distinguerne le caratteristiche e la posizione.


Tutti i mari italiani sono tra loro dipendenti: condividono naturalmente alcune peculiarità ma presentano anche delle differenze.

I 6 mari italiani e le loro caratteristiche

Nomi-dei-mari-italianiCome abbiamo appena accennato, i mari italiani sono 6 e rientrano tutti nel più ampio mar Mediterraneo. Per convenzione e comodità però siamo ormai tutti abituati a chiamarli con nomi differenti, in modo da poterli identificare con precisione.

Mar Tirreno

Il mar Tirreno si trova nella parte occidentale della Penisola e più precisamente è quel tratto di Mediterraneo compreso tra le coste orientali della Sardegna e della Corsica e la costa settentrionale della Sicilia. Il Tirreno è uno dei maggiori mari italiani ed il suo nome deriva dagli etruschi, che un tempo popolavano tutta la zona della Penisola bagnata da queste acque. I confini settentrionali tra il mar Tirreno ed il mar Ligure, che come vedremo si trova più a nord, coincidono per tradizione con la foce del fiume Magra che si trova in Liguria. La Toscana è quindi completamente bagnata da questo mare. Il Tirreno, pur essendo uno dei maggiori mari italiani, presenta una scarsa ricchezza di fauna ittica.


Leggi anche: Alla scoperta degli oceani e dei mari del mondo

Mar Ligure

Il Mar Ligure si trova nell’estremità nord-occidentale e bagna quindi le coste della Liguria e della Corsica settentrionale. Nella porzione orientale il fondale è poco profondo, ma nei pressi della costa Ligure raggiunge al contrario profondità molto vistose. Per tale ragione anche questo è un mare poco pescoso.

Mare di Sardegna

Il Mare di Sardegna bagna le coste occidentali dell’isola italiana e della Corsica, arrivando fino alle Baleari e quindi al largo della Spagna. Anche questo è un mare molto profondo e poco pescoso rispetto agli altri presenti in Italia.

Mar Adriatico

L’Adriatico è senza dubbio il più pescoso in assoluto di tutti i mari italiani e questo è dovuto al fatto che il fondale ha una profondità molto meno elevata. Compreso tra le coste orientali della Penisola Italiana e le coste della Penisola Balcanica, l’Adriatico è l’altro grande mare italiano: probabilmente il più importante di tutti. Il fondale è variegato e cambia notevolmente andando da nord verso sud. L’acqua è certamente più cristallina in prossimità delle coste pugliesi.

Mar Ionio

Lo Ionio bagna le coste della Puglia occidentale, della Calabria e della Sicilia orientali ed arriva fino alla Grecia. Si tratta di uno dei mari italiani più profondi in assoluto e per questo meno pescosi.

Mare di Sicilia

Il mare di Sicilia è quello più a sud: bagna infatti le coste meridionali dell’isola e arriva fino a quelle settentrionali della Tunisia. Dopo l’Adriatico è il più pescoso tra i mari italiani, perchè la profondità media è piuttosto bassa.

Ti potrebbe interessare anche…