Medusa: l’affascinante animale marino che nasce dal polipo

0
1380
Medusa

La medusa è un animale che popola il mare e che tutti noi conosciamo. Temuta per via dei suoi tentacoli urticanti, la medusa esercita da sempre un grande fascino, forse perchè è diversa dalla maggior parte degli abitanti del mondo sottomarino. Quel che sembra un organismo semplice e quasi inutile, però, nasconde moltissime curiosità davvero interessanti. Siamo davvero convinti di sapere proprio tutto sulle meduse? Oggi vediamo più da vicino questi animali, dai quali solitamente ci tenitamo a debita distanza visto che un contatto diretto con loro non è mai piacevole.

Medusa: caratteristiche e specie

La medusa è un animale marino che appartiene alla categoria del plancton e rientra nel phylum degli Cnidari proprio come il polipo. A dire la verità, con quest’ultimo la medusa ha molto di più in comune perchè come vedremo tra poco i polipi nascono dalle meduse e viceversa. In alcuni casi questi due organismi marini rappresentano due fasi distinte dello stesso ciclo vitale, il che rende tutto ancora più affascinante .La medusa inoltre ha la forma di un polipo rovesciato, con l’esombrella nella parte superiore e una serie di tentacoli urticanti nella parte inferiore.

La particolarità della medusa è che è composta per il 98% di acqua. E’ per questo motivo che se alcuni esemplari si arenano sulla sabbia e rimangono al sole per un po’ di tempo iniziano letteralmente a sciogliersi sotto ai nostri occhi.

Tipi di medusa più pericolosi nel Mediterraneo

Medusa-immortaleIn natura esistono tanti tipi differenti di meduse e non tutte le specie risultano pericolose o urticanti per noi. Nel mar Mediterraneo, una delle più urticanti e dolorose è la pelagia noctiluca, chiamata anche medusa luminosa per via della sua capacità di illuminarsi di verde durante la notte. Questa specie ha dimensioni importanti: il diametro del suo cappello può superare i 20 cm di diametro ed i tentacoli possono arrivare anche a 2 metri di lunghezza. La si può riconoscere per via del colore, sulle sfumature del viola e del rosso. Una specie molto pericolosa perchè può provocare uno shock anafilattico è invece la Carybdea marsupialis che è una cubomedusa ma non è certo letale come quella australiana.

La medusa immortale

Di recente si è scoperto che una specie di medusa, che popola anche il Mediterraneo e che solitamente non spaventa perchè ha dimensioni molto ridotte, è immortale. Si tratta della Turritopsis nutricola e la sua particolarità è che, una volta raggiunta la completa maturazione nella sua forma adulta, è in grado di ritornare allo stadio di polipo ossia al ciclo vitale precedente.

Come si riproducono le meduse

Le meduse si riproducono sessualmente producendo dapprima le uova, che si schiudono dando vita alla larva. Questa, chiamata planula, si ancora al fondale e si trasforma in polipo. Il polipo a sua volta, quando raggiunge la maturità, si riproduce in modo asessuato producendo delle piccole gemme che si staccano e si liberano nell’acqua. Queste sono le efire, ossia le meduse nella prima fase del loro ciclo vitale. Ecco spiegato lo strettissimo legame che esiste tra la medusa ed il polipo.

Ti potrebbe interessare anche…



Loading...