Menta piperita: aromatica ricca di proprietà e facile da coltivare

-
05/03/2020

La menta piperita è la varietà di menta più diffusa ed utilizzata anche in cucina, per via del suo profumo intenso e per le sue numerose proprietà benefiche. Impiegata in vari ambiti, sia per insaporire i piatti che per la preparazione di infusi e tisane, la menta piperita è un’erba aromatica davvero molto semplice da coltivare sia nell’orto che in vaso. Addirittura, questa pianta è ritenuta infestante perchè una volta che inizia a crescere tende a propagarsi molto velocemente, invadendo anche lo spazio riservato ad altre colture.


Per questo motivo, la menta piperita viene spesso coltivata in vaso in modo da poterne contenere l’espansione. La si può tuttavia piantare anche in terra piena: basta avere l’accortezza di calcolare bene gli spazi e posizionarla alla giusta distanza dalle altre piante.

Scopriamo qualcosa di più su questa erba aromatica e impariamo a coltivarla nel modo corretto per avere sempre a disposizione delle foglioline di menta piperita fresche.

Aspetto e caratteristiche della pianta

La menta piperita (nome scientifico Mentha piperita) è una pianta erbacea perenne che appartiene alla famiglia delle Labiate. Anche se questa aromatica è originaria dell’Europa, oggi è diffusa in tutto il mondo e si tratta di un ibrido spontaneo tra due varietà: la mentha aquatica e la mentha spicata.


Leggi anche: Piante aromatiche: 4 varietà facilissime da coltivare

La piperita si può riconoscere e distinguere dalle altre varietà osservandone le foglie, che hanno una forma ellittica con l’estremità appuntita e sono ricoperte da un leggerissimo strato di peluria. Le foglie della menta piperita hanno sempre un colore verde brillante e nel periodo tardo primaverile iniziano a comparire anche i fiori, che possono essere bianchi, rosa oppure viola. Gli steli della menta piperita sono piuttosto lunghi e possono raggiungere un’altezza di 70 cm se la pianta viene coltivata in terra piena.

Le proprietà della menta piperita

Questa pianta aromatica è molto apprezzata per via delle sue numerose proprietà benefiche, che la rendono un vero e proprio toccasana per la salute. La mentha piperita è infatti prima di tutto anestetica e agisce nello stomaco come un antiemetico, contrastando la nausea ed il vomito. E’ inoltre un utile rimedio contro il mal di testa grazie al suo effetto analgesico e contiene diversi polifenoli, quindi vanta proprietà antisettiche.

Come coltivare la mentha piperita

Questa pianta aromatica è davvero molto semplice da coltivare, sia in vaso che in terra piena. La menta piperita si adatta infatti bene a qualsiasi tipologia di clima e può essere posizionata sia in una zona soleggiata che in penombra.

Per quanto riguarda le annaffiature, questa pianta aromatica ha bisogno di buoni quantitativi di acqua specialmente nel periodo estivo ma attenzione a non esagerare perchè potrebbe soffrire molto se riceve troppe irrigazioni. L’importante è che il terreno sia sempre piuttosto umido o che non resti secco per troppi giorni consecutivi.

L’unico problema della piperita è che come tutte le altre varietà di menta è molto esposta al rischio di parassiti. Solitamente è una delle piante aromatiche preferite dagli afidi, quindi bisogna controllarla di frequente ed eventualmente intervenire per eliminare questi parassiti.


Potrebbe interessarti: Le piante officinali da coltivare sul balcone di casa