Nettarine: le pesche dalla pelle liscia sono il frutto top dell’estate

0
405
Nettarine

Le nettarine sono il frutto dell’estate per eccellenza: questa particolare varietà di pesca è tra le più apprezzate perchè a differenza delle altre ha la buccia liscia e la polpa particolarmente soda. Ricche di proprietà, le pesche sono i frutti del Prunus Persica, un albero originario  della Cina ma diffuso ormai in gran parte del mondo. Oggi pesche e nettarine vengono coltivate anche in Italia, specialmente in Campania ed Emilia Romagna: è da queste due regioni che proviene il 70% delle nettarine prodotte nella nostra Penisola.

Differenza tra pesche e nettarine

PescheSpesso si fa molta confusione nel distinguere le varietà di pesca, ed effettivamente ne esistono diverse, ognuna con caratteristiche tipiche. Le nettarine sono tra le più apprezzate in assoluto perchè sono le migliori da gustare così come sono. Chiamate anche pesche noci, hanno una tipica consistenza croccante e la buccia liscia. Il prunus persica produce però anche un’altra varietà: la pesca propriamente detta, che al contrario ha una pelle vellutata e una polpa più morbida e succosa.

Altre varietà di pesca: percoche, spiccagnole e tabacchiera

Oltre che per la buccia, le pesche si differenziano anche per la polpa. Nelle percoche questa è particolarmente profumata e soda ma aderente al nocciolo. E’ per tale ragione che questa varietà di pesca viene di rado consumata così com’è ed è piuttosto utilizzata per la preparazione della frutta sciroppata o di succhi.

Esiste poi un’altra varietà: le cosiddette spiccagnole, caratterizzate al contrario da una polpa poco aderente al nocciolo e quindi facilmente separabile da questo.

Avete presente infine quelle pesche particolari, dalla forma tipicamente schiacciata? Ecco quelle appartengono alla varietà tabacchiera e hanno un prezzo generalmente maggiore. La pesca tabacchiera è infatti considerata pregiata, perchè ha un elevato contenuto di zuccheri e un sapore particolarmente dolce ed aromatico.

Nettarine bianche e nettarine gialle

Le nettarine, così come le pesche a buccia vellutata, si possono distinguere anche in base al colore della polpa, che può essere bianca oppure gialla. Quest’ultima deve tale caratteristica al maggior contenuto di carotenoidi: sono proprio questi pigmenti che donano alla sua polpa il colore giallo-arancio. Ma qual è la differenza per noi che consumiamo questi frutti tra le nettarine a pasta bianca e quelle a pasta gialla?

Sostanzialmente, le nettarine gialle risultano più digeribili perchè contengono meno carotenoidi e quindi sono più leggere anche per il fegato. Se quindi da un lato contengono ottime quantità di vitamina C e altri nutrienti benefici, le nettarine e pasta bianca sono le più adatte a coloro che hanno problemi di digestione o una funzionalità epatica ridotta.

Nettarine: come gustarle al meglio

Un errore che molte persone commettono è quello di conservare le nettarine in frigorifero, ma così facendo si vanno a perdere tutte le loro caratteristiche migliori. Se infatti mettiamo le pesche in frigo, queste perdono gran parte del loro profumo ma anche del loro sapore! L’ideale sarebbe riporle in un sacchetto di carta, ricordando però che si tratta di frutti molto delicati, che si deteriorano in fretta quindi vanno consumati nel giro di pochi giorni.

Se non sono ancora mature, potete metterle accanto alle mele che ne accelerano la maturazione.

Ti potrebbe interessare anche…