Pastinaca: coltivazione e utilizzo

-
04/06/2021

La pastinaca è una pianta appartenente alla famiglia delle Apiacee, diffusa in tutta Italia sin dal Medioevo ma scomparsa a poco a poco dalla nostra tradizione. Quando è stata importata la patata nella nostra penisola, infatti, la pastinaca è passata in secondo piano e oggi è difficilissimo trovarla.

parsnips-3860993_1920

Diffusissima nel Regno Unito, ma anche negli Stati Uniti e in Francia, la pastinaca può essere coltivata anche in Italia. Questa pianta si adatta molto bene anche al nostro clima ma rimane molto difficile da trovare dal fruttivendolo o al supermercato. La parte commestibile di questa pianta è la radice, che assomiglia ad una grossa carota di colore bianco ma ha un sapore più delicato.

Pastinaca: il gusto e l’utilizzo in cucina

Della pastinaca, come abbiamo già anticipato, si utilizza la radice che ha un gusto delicato e piuttosto dolce, un incrocio tra la carota, la patata e il sedano rapa. In cucina la si può utilizzare in numerose ricette: una volta cotta si può mangiare da sola come contorno ma anche inserire in altri piatti più complessi come minestre, zuppe, creme.


Leggi anche: Patate da semina: varietà, prezzo e cose da sapere

I tuberi più giovani si possono anche consumare crudi, non fanno male. Quando però iniziano a crescere risultano piuttosto legnosi quindi è sempre meglio cuocerli per renderli più teneri.

Pastinaca: dove trovarla

Trovare la pastinaca in Italia è davvero molto difficile. Questa pianta sembra proprio essere scomparsa e mentre la carota cresce anche spontanea, per la sua sorella bianca non è così. Questa cosa è piuttosto strana, eppure non si è ancora riusciti a capire il motivo per cui la pastinaca sia ormai praticamente scomparsa dalla nostra penisola. Nei supermercati più forniti la possiamo trovare, ma è piuttosto difficile e trattandosi di un prodotto d’importazione il costo risulta molto elevato.

Recentemente è stata reintrodotta in Veneto: coltivata in provincia di Vicenza, ma per il momento non sembrano esserci sul territorio nazionale altre zone di produzione. Trovare la pastinaca quindi oggi non è impossibile, ma se non volete pagarla esageratamente conviene sempre cercare quella di origine italiana.

Come coltivare la pastinaca nell’orto

parsnips-2810706_1920

Come abbiamo detto, questa pianta era assai diffusa in passato anche nella nostra Penisola. Questo significa che le condizioni climatiche italiane sono adatte alla coltivazione della pastinaca e addirittura possiamo anche farla crescere nell’orto di casa! La semina deve avvenire tra febbraio e giugno in terra piena ma bisogna prestare una certa attenzione e scegliere i semi con cura.


Potrebbe interessarti: Cumino: proprietà e utilizzi

Se infatti questi hanno più di 2 anni di vita rischiate di non veder crescere nulla nel vostro orto! La germinazione è piuttosto complicata, quindi i semi andrebbero messi a bagno con la camomilla il giorno prima di piantarli, in modo da incentivarne la crescita.

Una volta che è stata piantata, il resto è tutto in discesa. La pastinaca è una pianta molto resistente, invernale, che non richiede particolari cure. L’aspetto più importante è proprio quello della semina: se fate tutto nel modo indicato non dovreste avere problemi! La raccolta della pianta, che deve essere estratta completamente dal terreno, avviene in autunno o in inverno.