Patagonia cilena: crolla il “Ghiacciaio sospeso”

-
21/09/2022

Temperature eccezionalmente alte e piogge intense nelle ultime settimane hanno provocato il crollo di un grande blocco di ghiaccio, che è precipitato per 200 metri dalla cima di una montagna nella regione della Patagonia. È l’ennesimo episodio provocato dai cambiamenti climatici. Andiamo a scoprire cosa è successo è per quale motivo.

Ghiacciaio, Sospeso

Il dissesto idrogeologico è tra le principali conseguenze dei cambiamenti climatici che colpiscono direttamente la montagna.

Patagonia cilena: cosa è successo?

Patagonia

Nei giorni scorsi, in Cile, una grande lingua di ghiaccio è crollata a causa delle condizioni meteorologiche delle ultime settimane, caratterizzate da temperature eccezionalmente alte e da piogge battenti.

Il ghiacciaio del Ventisquero Colgante, il “Ghiacciaio Sospeso”, si trova nel Parque Nacional Queulat, all’interno della regione della Patagonia, e rappresenta una delle mete turistiche più apprezzate della zona. Anche al momento del crollo erano presenti nel parco molti turisti, che hanno ripreso l’evento: un grande blocco di ghiaccio si è staccato ed è precipitato per oltre 200 metri, fino a schiantarsi al suolo.

Come ha raccontato all’agenzia Reuters il climatologo dell’Università di Santiago Raul Cordero, la crisi climatica sta facendo aumentare la frequenza di crolli e slavine.

Cordero afferma:

“Questo tipo di eventi è innescato da ondate di calore o da intense precipitazioni ed entrambe le cose stanno accadendo sempre più frequentemente in tutto il Pianeta, non solo in Cile”.

Cambiamenti climatici: gli effetti sull’ambiente

Cambiamenti, Climatici

La ministra dell’Ambiente Maisa Rojas riconosce che:

“Queste immagini scioccanti chiariscono che il cambiamento climatico è una realtà e che oggi ne vediamo gli effetti, anche in Patagonia. Gli eventi meteorologici estremi diventeranno sempre più frequenti e intensi, per questo ci impegniamo ad attuare la #LeggeCambiamentoClimatico”.

Anche in Italia il surriscaldamento globale minaccia la salute dell’alta montagna: ricordiamo tutti del tragico crollo della Marmolada, ma sono diversi i ghiacciai a rischio soprattutto nel periodo estivo. Il dissesto idrogeologico, oltre a provocare la perdita di prezioso patrimonio naturale come nel caso del Ventisquero Colgante, rappresenta un potenziale pericolo per l’incolumità di escursionisti e frequentatori della montagna.