Pavimenti in resina: un nuovo modo di concepire le superfici domestiche

0
133

Fino a qualche anno fa, i pavimenti in resina venivano riproposti quasi esclusivamente in ambito industriale. Attualmente, invece, stanno prendendo piede anche nelle case, soprattutto in quelle più all’avanguardia, al posto dei tradizionali piani di calpestio interni ed esterni. Ciò è dovuto principalmente all’introduzione di resine moderne, che si distinguono per l’elevata resistenza, nonché per una certa valenza estetica, che non può mai venire meno nelle abitazioni.

É bene sottolineare, però, che esistono diverse tipologie di pavimenti in resina tra i quali è possibile scegliere. Molto dipende dalle necessità personali, nonché dal tipo di ambiente in cui si vuole intervenire. In generale, le resine che vengono utilizzate per realizzare le superfici calpestabili sono di tre tipi: epossidiche, metacrilate e poliuretaniche. Inoltre, è bene ricordare che, in caso di pavimentazioni interne, è possibile impiegare resine autolivellanti che, dopo la posa, risultano perfettamente piane.

Tuttavia, si trovano anche i pavimenti in resina spatolati, che possono essere impiegati anche per i rivestimenti verticali e sono disponibili in una vasta gamma di colori. La versatilità della resina consente di ottenere risultati davvero sorprendenti, come l’effetto marmo, parquet e 3D, nonché suggestive decorazioni. Per quanto riguarda, invece, i pavimenti esterni vengono utilizzate resine resistenti ai raggi UV, impermeabili ed antiscivolo, in modo da evitare spiacevoli incidenti in caso di pioggia.

I vantaggi dei pavimenti in resina

Quali sono i pro e contro pavimenti in resina? Sicuramente, l’avvento delle resine moderne ha permesso di realizzare superfici calpestabili senza fughe e completamente lisce. La posa, nella maggior parte dei casi, è rapida e prevede uno spessore di pochi millimetri, così da non dover rivedere infissi e porte. Inoltre, questi materiali di ultima generazione garantiscono un elevato livello di igiene, poiché sono idrorepellenti ed evitano la comparsa di muffe, che sono dannose per la salute.

Infatti, vengono spesso utilizzati nei bagni e nelle cucine, ovvero negli ambienti domestici in cui è fondamentale mantenere sempre tutto perfettamente pulito. Non bisogna dimenticare, poi, che i pavimenti in resina sono resistenti agli urti ed hanno una certa valenza estetica. Del resto, possono assumere colorazioni differenti e presentare interessanti decorazioni, anche in formato 3D, in grado di garantire movimento e dinamismo agli ambienti.

Si ritrovano spesso in caso di riscaldamento a pavimento, in quanto assicurano una buona conducibilità termica. Per quanto riguarda, invece, gli svantaggi relativi a questi particolari tipi di piani di calpestio, bisogna dire che non sono numerosi. Tuttavia, una volta posati sono estremamente lisci, quindi, possono risultare scivolosi in caso di umidità. Se le resine utilizzate sono lucide, inoltre, i graffi tendono a vedersi maggiormente. Infine, il massetto per la posa deve essere ben curato, altrimenti l’effetto finale rischia di essere poco piacevole.

Costo dei pavimenti in resina

Di norma, il costo pavimenti in resina varia dai 10 ai 40 euro al chilogrammo. Tuttavia, molto dipende dalla tipologia scelta, nonché dall’aggiunta o meno di elementi decorativi, che tendono a far lievitare i prezzi. Inoltre, bisogna considerare le dimensioni dello spazio in cui si vuole intervenire (metri quadrati), nonché lo spessore del rivestimento.

Determinate, poi, è il rinforzo del pavimento, che permette di evitare assestamenti indesiderati durante la posa. Si tratta di una rete metallica, che assicura alla superficie caratteristiche meccaniche migliori. Il prezzo previsto, però, è abbastanza elevato.

A ciò, però, si aggiunge anche il costo della manodopera, che fa riferimento soprattutto al numero delle passate di resina che si devono effettuare. Tuttavia, è bene ricordare che anche quest’anno è possibile contare su interessanti agevolazioni fiscali, che consentono di usufruire di una detrazione pari al 50%, in caso di lavori straordinari.


Loading...