Piogge Acide: cosa sono e conseguenze

-
05/05/2021

Si sente spesso parlare di piogge acide ed effettivamente questo fenomeno ambientale rappresenta un problema a livello di inquinamento: vediamo di scoprire di cosa si tratta e quali sono le conseguenze delle piogge acide sulla nostra salute e sull’ecosistema in cui viviamo.

angel-5384154_1920

Le piogge acide sono delle precipitazioni piovose (che possono però avvenire anche sotto forma di neve o grandine) ricche di particelle e molecole acide che solitamente si trovano nell’atmosfera ma per via di questo fenomeno si depositano al suolo. Nelle piogge acide troviamo principalmente acido solforico (70%) e ossidi di azoto (30%). Questi composti rendono il ph dell’acqua minore di 5 e proprio per tale ragione le piogge si possono definire appunto acide. In condizioni normali, invece, la pioggia ha un ph compreso tra 5 e 6,5 perché composta esclusivamente da acqua e pulviscolo atmosferico.

Piogge Acide: cause e conseguenze

Il formarsi delle piogge acide è dovuto ad un aumento, nell’atmosfera, di anidride carbonica (CO2), ossidi di zolfo e ossidi d’azoto (quest’ultimi in misura ridotta). Tale aumento può essere determinato da cause naturali ma anche e soprattutto dall’attività umana, che abbiamo già visto essere responsabile anche dell’effetto serra e del surriscaldamento globale. Il massiccio utilizzo di combustibili fossili da parte dell’uomo non farà che peggiorare questa situazione, provocando sempre più quantità di piogge acide.


Leggi anche: Biossido di zolfo: rischi per salute e ambiente

Quali sono le conseguenze delle piogge acide?

Le piogge acide ed il loro progressivo intensificarsi hanno delle conseguenze devastanti, non solo per la nostra salute ma anche per la sopravvivenza dell’ecosistema stesso.

I danni alla salute umana

La pioggia acida va ad intaccare e alzare i livelli di tossicità degli alimenti che vengono coltivati. Questo ha effetti gravi sulla nostra salute, che possono manifestarsi con patologie circolatorie, problemi respiratori ma anche con forme tumorali, specialmente ai polmoni.

I danni all’ambiente

dying-tree-557852_1920

Naturalmente, anche l’ambiente naturale è esposto ad un alto rischio per via dell’intensificarsi della pioggia acida. Questa infatti va ad intaccare la crescita e le capacità riproduttive delle piante, riducendole drasticamente. Molte foreste rischiano di essere distrutte e la penetrazione nel sottosuolo di acqua con valori di ph così bassi inquina la falda.

L’acidificazione del suolo determina molti danni poiché riduce drasticamente la disponibilità dei nutrienti. Questo ovviamente ha delle conseguenze disastrose sulle coltivazioni e sulla vegetazione spontanea. Una vegetazione indebolita da carenza di nutrienti è più facilmente soggetta a malattie e ad attacco di parassiti.

I danni alle strutture

La pioggia acida provoca, a lungo andare, anche gravi danni alle strutture. L’acido solforico tende infatti a corrodere i materiali accelerandone il decadimento. Questo vale per la maggior parte dei materiali utilizzati per la costruzione di edifici, compreso il cemento armato.

Come si potrebbe limitare il problema?

Il problema delle piogge acide potrebbe essere limitato dal minor impiego, da parte delle industrie ma anche di ogni singolo individuo, di combustibili fossili. Abbiamo già parlato delle auto elettriche e delle fonti di energia rinnovabile: queste sono le soluzioni che si spera in futuro porteranno tutti i Paesi ad adottare uno stile di vita differente e rispettoso dell’ambiente.


Potrebbe interessarti: Buco dell ozono: cos’è, quali sono le cause e le conseguenze

I problemi ambientali legati all’inquinamento (effetto serra, surriscaldamento globale, piogge acide) sono già sul tavolo di discussione dei Paesi Sviluppati e si spera che prima o poi riescano a trovare una soluzione definitiva che possa quantomeno arginare un problema che sta assumendo dimensioni davvero allarmanti. Nel frattempo noi, nel nostro piccolo, possiamo solo cercare di limitare l’utilizzo di combustibili fossili.