Pointer inglese: un cane tranquillo che però ha bisogno di spazio

0
209
Pointer

Il pointer è una razza canina che prende il nome dalla capacità di questi esemplari di puntare le prede. L’origine del pointer è ancora discussa: secondo alcuni questa razza deriva dal bracco italiano, secondo altri da quello francese e c’è anche chi sostiene che il suo antenato invece si trovasse in Spagna. Ad ogni modo, oggi il pointer inglese è una razza britannica al 100%, diffusa in tutta Europa e molto apprezzata anche in altri Paesi. Nonostante l’indole primaria sia quella del cacciatore, il pointer è un cane che si adatta molto bene alla vita in famiglia e sfoggia un carattere tranquillo ed equilibrato. Non è però adatto a tutti: ha bisogno di spazio e in appartamento potrebbe soffrire molto, oltre che risultare particolarmente insofferente. 

Pointer inglese: aspetto e caratteristiche

PointerIl pointer inglese è un cane dal portamento elegante e dal fisico muscoloso ma pur sempre longilineo. Si tratta di una razza di taglia media: al garrese può raggiungere i 70 centimetri di altezza. Il pelo è raso e liscio e nello standard di razza sono ammessi diversi colori: bianco, nero, marrone, arancio, rosso e fulvo. Una caratteristica peculiare di questa razza è il muso che, leggermente allungato, si presenta  inclinato verso l’alto. Gli occhi del pointer hanno sempre un colore ocra e sono molto espressivi. Si tratta quindi di una razza bellissima, che può conquistare chiunque ma che necessita di una serie di accorgimenti particolari.

Carattere e temperamento del pointer inglese

Il pointer inglese è un cane da caccia: la sua indole è quindi ben definita ma non pregiudica il suo comportamento con gli umani. All’interno della famiglia è affettuoso, tranquillo e molto equilibrato: un perfetto cane da compagnia, che non diventa mai aggressivo e che si dimostra sempre leale. Dobbiamo però ricordare sempre che l’indole di questa razza è quella del cacciatore: non possiamo quindi pretendere di tenerlo relegato in casa perchè rischiamo di farlo soffrire molto e farlo diventare irrequieto. Il pointer ha bisogno di muoversi e sfogare la propria vitalità quindi è impensabile tenerlo in appartamento: bisogna avere uno spazio a disposizione tutto per lui, in cui possa correre e muoversi tutto il giorno.

Allevamenti in Italia e prezzo

Come abbiamo già accennato, il pointer inglese è un cane molto diffuso anche in Italia, tanto che alcuni ne rivendicano la discendenza dal bracco italiano. Sono numerosi gli allevamenti specializzati e conviene sempre rivolgersi a quelli certificati se si intende acquistare un esemplare di razza dotato di pedigree. Trattandosi di un cane molto diffuso però non è da escludere che lo si possa trovare anche in canile: come diciamo sempre è meglio controllare prima che non ci siano cuccioli in cerca di una nuova casa!

Per quanto riguarda il prezzo, un cucciolo di pointer inglese acquistato in un allevamento certificato può costare dai 1.000 ai 2.000 euro a seconda delle caratteristiche, dei vaccini effettuati e di altri dettagli tipici della razza. Sicuramente il pointer è un cane costoso, ma che può regalare moltissime soddisfazioni anche come semplice amico di famiglia.

Ti potrebbe interessare anche…