Quante sono le regioni Italiane? Alla scoperta della nostra Penisola

0
511
Quante-sono-le-regioni-italiane

L’Italia è una penisola che a differenza di altri Paesi come Francia e Inghilterra è stata unificata solo di recente: è dal 1861 che la nostra nazione può vantare un’unità amministrativa perchè prima di allora ogni regno e repubblica aveva una propria autonomia. Questo ha determinato l’assetto attuale dell’Italia: una penisola con tante regioni che conservano ancora intatte tradizioni e storie tipiche. Ma quante sono le regioni italiane oggi? Quali sono i loro capoluoghi e cosa contraddistingue ogni regione dalle altre? Oggi andiamo alla scoperta della nostra meravigliosa Penisola.

Quante sono le regioni italiane? Uno sguardo d’insieme

Le regioni italiane sono in tutto 20: 15 a statuto ordinario e 5 a statuto speciale. Queste ultime godono di particolari forme di autonomia, ma di fatto appartengono in tutto e per tutto all’Italia e sotto moltissimi aspetti devono sottostare alle direttive nazionali. Due regioni appartengono all’Italia pur non facendo parte della penisola dal punto di vista fisico perchè sono isole: si tratta della Sicilia e della Sardegna, due perle che attirano diversi turisti provenienti da tutto il mondo. Da nord a sud (e nelle isole appunto), le regioni italiane si differenziano tantissimo per quanto riguarda usi, costumi, tradizioni e dialetti linguistici: ognuna ha le sue particolarità che la rendono unica in un contesto che rimane comunque in qualche modo unificato. E’ questo il bello della nostra nazione: le regioni italiane riescono a renderla variegata e sempre diversa, con una moltitudine di luoghi, attrazioni, monumenti da scoprire.

Quante sono le regioni italiane del Nord?

Italia-settentrionaleLe regioni dell’Italia settentrionale sono quelle comprese tra il versante meridionale delle Alpi e quello settentrionale dell’Appennino, comprendendo anche la Liguria. Sono in tutto 8: Valle d’Aosta, Piemonte, Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Liguria ed Emilia Romagna.

Dal punto di vista geografico, l’Italia settentrionale confina a nord con Svizzera e Austria, ad ovest con la Francia, ad est con la Slovenia e a sud con la Toscana, le Marche e lo Stato di San Marino.

Nelle regioni settentrionali vive circa il 46% della popolazione italiana nel suo complesso: sono le più sviluppate dal punto di vista industriale ma negli ultimi tempi anche il Sud Italia sta conoscendo un rapido sviluppo.

I capoluoghi delle regioni settentrionali italiane sono i seguenti:

  • Valle d’Aosta: Aosta
  • Piemonte: Torino
  • Trentino Alto Adige: Trento
  • Veneto: Venezia
  • Friuli Venezia Giulia: Trieste
  • Lombardia: Milano
  • Liguria: Genova
  • Emilia Romagna: Bologna

Quante sono le regioni italiane del centro?

Italia-CentraleLe regioni italiane del Centro Italia sono 4: Lazio, Toscana, Marche e Umbria. Sfortunatamente, negli ultimi anni diverse regioni del centro Italia e nello specifico Marche e Umbria sono state colpite da terremoti devastanti: ad oggi la loro economia è quindi in ginocchio ma fortunatamente un po’ alla volta si sta ricostruendo quanto andato perduto.

I capoluoghi delle regioni del Centro Italia sono i seguenti:

  • Lazio: Roma (anche capitale italiana)
  • Toscana: Firenze
  • Marche: Ancona
  • Umbria: Perugia

Quante sono le regioni italiane del Sud?

Italia-MeridionaleCome abbiamo detto, le regioni italiane del Sud Italia sono sempre state un po’ indietro dal punto di vista dello sviluppo ma oggi si stanno un po’ alla volta risollevando. Le regioni dell’Italia meridionale sono 6: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise e Puglia. A queste sono poi da aggiungere le isole (Sicilia e Sardegna), che sebbene non si possano definire regioni meridionali vengono il più delle volte convogliate in questa categoria.

I capoluoghi delle regioni italiane del Sud sono i seguenti:

  • Abruzzo: L’Aquila
  • Basilicata: Potenza
  • Calabria: Catanzaro
  • Campania: Napoli
  • Molise: Campobasso
  • Puglia: Bari

LEAVE A REPLY