Riciclo rifiuti: Italia prima in Europa

-
23/03/2021

L’Italia è il paese europeo con la più alta percentuale di riciclo sulla totalità dei rifiuti raccolti. Il valore di percentuale per il Bel Paese è del 79%, mentre la Francia è al 56%, il Regno Unito al 50% e la Germania al 43%. Questo è quanto emerge da un rapporto di Fondazione Symbola insieme a Comieco, presentato in questi giorni.


scrap-iron-404081_1920

Secondo quanto riportato da ANSA, l’Italia è al primo posto in Europa per quanto riguarda la percentuale di riciclo dei rifiuti. Questo valore infatti sarebbe al 79%, molto più alto rispetto a quello degli altri paesi: Francia (56%), Regno Unito (50%) e Germania (43%) sono solo alcuni esempi. Inoltre, da quanto emerge dall’ultimo rapporto di Fondazione Symbola insieme a Comieco, il nostro paese sarebbe uno dei pochi ad essere migliorato in questo ambito dal 2010 al 2018. L’incremento di efficienza sarebbe dell’8%.

Riciclo rifiuti: Italia in pole position con il 79%

Secondo questi dati, l’Italia ha avuto un miglioramento incredibile per quanto riguarda il riciclo dei rifiuti. Infatti, dati Istat di appena un anno fa, dimostrano come l’Italia stesse già scalando tutte le classifiche relative questo ambito. Eravamo infatti primi nell’incremento della percentuale di materiali riutilizzati per produrre nuovi beni.


Leggi anche: Riciclo della plastica: perchè è cosi importante ?

In Italia la raccolta differenziata e l’abitudine al riciclo sono arrivate un po’ in ritardo rispetto agli altri paesi più all’avanguardia. Tuttavia, siamo riusciti a recuperare alla grande raggiungendo un obiettivo molto importante, con non poche fatiche.

Uso materiale creato con rifiuti: possiamo migliorare

bundle-1853667_1920

Nonostante gli alti tassi di riciclo, l’utilizzo di materiale creato con rifiuti rimane basso all’11%. Questo dato però si attesta in crescita: infatti ci si aspetta che già nel 2021 avremo un incremento di questo valore, dovuto all’implementazione delle tecnologie di recupero rifiuti per ottenere nuovi prodotti. Pertanto possiamo dichiarare il quadro complessivo molto ottimistico e positivo, e dobbiamo essere contenti dell’obiettivo raggiunto e puntare a migliorare sempre.