Sedano rapa: proprietà e uso in cucina

-
20/02/2021

Il sedano rapa è una particolare varietà botanica del sedano di cui si consuma la radice. Fornisce un ridotto apporto calorico e ha proprietà diuretiche e depurative. Il gusto delicato lo rende adatto alla preparazione di varie ricette. Scopriamo insieme le caratteristiche di questo ortaggio e l’utilizzo in cucina.

celeriac-3680385-1920


Il sedano rapa (Apium graveolens var rapaceum) è un ortaggio da radice coltivato in particolare nel Nord Italia (noto anche come sedano di Verona). La radice di questo ortaggio è marroncina all’esterno e bianca candida all’interno. Il sapore è molto più delicato rispetto alle coste di sedano, per questo si adatta molto bene a varie preparazioni alimentari.

Sedano rapa: caratteristiche e proprietà

Il sedano rapa ha un contenuto calorico di circa 23kcal per 100g, e un notevole contenuto in acqua (88% circa). Contiene carboidrati, proteine, molte fibre e vitamine, antiossidanti e sali minerali. Tra questi, sono maggiormente presenti ferro, potassio e manganese. L’aroma del sedano rapa è piuttosto intenso e dovuto alla presenza di un olio essenziale al quale vengono attribuite le sue proprietà depurative e diuretiche.


Leggi anche: Cavolo: un ortaggio dalle molte varietà, sempre ricco di benefici

Essendo ricco di selenio, calcio, ferro, fosforo, iodio, potassio e sodio, presenta proprietà mineralizzanti, e contiene anche vitamina A, B e C. Tra le proprietà del sedano rapa spiccano quelle toniche e digestive. A causa della presenza di molte proteine, è un potenziale alimento allergizzante, pertanto consigliamo di verificare le proprie intolleranze e allergie alimentari prima del consumo.

Uso in cucina del sedano rapa

celery-228036-1920

Il sedano rapa può essere consumato sia crudo che cotto. Se ne consiglia l’assunzione a crudo per mantenere integre le sue proprietà depurative dell’organismo, in insalata o in centrifugati. Se si preferisce consumarlo cotto, ci si può sbizzarrire di più ai fornelli. Infatti il sedano rapa si presta benissimo per preparare dei contorni, gratinati al forno o saltati in padella, o per fare impasti per polpette e purè. E’ ottimo per dare una nota di sapore in più alle nostre zuppe e vellutate.