Siccità: da cosa viene creata e come funziona?

-
28/07/2022

Per siccità si intende una persistente scarsità di precipitazioni (pioggia o neve) per un periodo lungo (alcuni mesi, una stagione o anche di più). Una buona norma sarebbe quella di installare un serbatoio per l’acqua per raccogliere l’acqua piovana e non mandarla sprecata. Andiamo a scoprire nel dettaglio da cosa dipende la siccità.

Siccità

Di certo è notabile un collegamento fra questo fenomeno e i cambiamenti climatici.

Siccità: le condizioni ambientali decisive

Ondata, Di

Le grandi ondate di calore sono state spesso accompagnate dalla siccità che ha portato a raggiungere anche temperature estreme o mai percepite. I segnali climatici che più si avvertono infatti sono proprio la crescita della temperatura ma anche l’aumento, l’intensità e la frequenza delle ondate di calore.

La siccità purtroppo è un tema all’ordine del giorno e le conseguenze non sono devastanti solo per le produzioni agricole ma anche sul sistema idrologico (laghi, fiumi, falde freatiche).

Siccità: le conseguenze per l’ambiente

Fiumi, Disidratati

Una tra le conseguenze più evidenti della siccità è la diminuzione della portata dei fiumi (quindi la navigabilità è compromessa) ma anche sugli ecosistemi acquatici e sulla risalita del “cuneo salino” allo sbocco dei fiumi nel mare: se il flusso fluviale di acqua dolce è scarso, infatti, l’acqua marina salata può risalire per alcuni chilometri lungo la foce stessa.

La siccità ha effetti anche sulla maggiore vulnerabilità dei boschi agli incendi e sulla diminuzione della produzione di energia idroelettrica.

Non meno importante, ci sono anche i pericoli per gli ecosistemi, con conseguente morte della fauna selvatica e della vegetazione che diviene anche meno resistente all’attacco di insetti e malattie.

Ancora, le nevi invernali fondono precocemente e alle quote più alte si riducono i ghiacciai con la riduzione delle portate fluviali in estate.

In Italia la prospettiva è allarmante dato che si prevedono delle precipitazioni più scarse nel semestre più caldo e fenomeni concentrati in episodi di breve durata e maggiore intensità.

Le conseguenze sono critiche perché l’acqua è una risorsa fondamentale per la nostra sopravvivenza e come tale va preservata.