Stambecco: il meraviglioso simbolo delle Alpi

0
167
Stambecco

Lo stambecco è un mammifero che popola tutto l’arco alpino e che rappresenta, non a caso, il simbolo delle Alpi. Questo bellissimo animale è dunque piuttosto diffuso in Italia, ma anche negli altri stati in cui è presente il suo habitat prediletto ossia Svizzera, Francia, Germania, Austria e Slovenia. Quello che in molti non sanno però è che lo stambecco, nonostante sia un mammifero dal fisico forte e possente, è anche molto fragile. Nel XIX secolo ha rischiato seriamente l’estinzione ed è stato grazie all’istituzione dell’attuale Parco Naturale del Gran Paradiso che oggi continua a popolare l’arco alpino.

In Italia, questo meraviglioso mammifero può vivere tranquillamente senza minacce perchè la caccia è vietata. Questo però non avviene purtroppo in altri Paesi, come la Svizzera. L’anno scorso infatti nel Vallese e nei Grigioni è stata riaperta la caccia agli stambecchi e le conseguenze di questa delibera potrebbero essere devastanti per il delicato equilibrio appena riconquistato dalla specie.

Stambecco: aspetto e caratteristiche

Lo stambecco delle Alpi (capra ibex) è un mammifero che appartiene alla famiglia dei bovidi: la stessa della pecora e di molti altri animali diffusi in Italia. Parliamo di un mammifero dalle dimensioni importanti: gli esemplari adulti misurano al garrese dagli 85 ai 92 cm di altezza, per un peso che può arrivare ai 130 Kg. Le femmine sono generalmente più piccole e presentano alcune differenze anche per altri aspetti: vivono infatti più a lungo mediamente e hanno delle corna meno sviluppate.

Proprio le corna rappresentano una caratteristica peculiare di questo mammifero e sono costituite da un’impalcatura ossea ricoperta di una sostanza cornea. Le corna degli stambecchi non sono lisce: presentano degli anelli evidenti anche da lontano, che corrispondono all’età dell’animale. Ogni anno infatti, all’inizio dell’inverno, la crescita di queste impalcature si blocca per poi riprendere con la stagione successiva. Contando dunque il numero di anelli presenti sulle corna degli stambecchi è possibile risalire alla loro età.

Dove vive lo stambecco? Habitat e diffusione

Lo stambecco è diffuso in tutto l’arco alpino e oggi questi bellissimi mammiferi si possono trovare in diversi Paesi: non solo in Italia ma anche in Francia, Germania, Svizzera, Austria, Slovenia e Bulgaria. Come abbiamo detto però questa specie ha rischiato seriamente l’estinzione nel corso del XIX secolo e infatti la maggior parte degli esemplari oggi esistenti è frutto di reintroduzioni.

Lo stambecco è il simbolo del Parco Nazionale del Gran Paradiso e non è certo un caso. E’ stata proprio l’istituzione di questa area protetta che ha permesso di salvare la specie dall’estinzione e ancora oggi numerosi esemplari vivono proprio qui.

L’habitat ideale degli stambecchi è costituito da costoni rocciosi d’alta quota, ricchi di vegetazione di tipo erbaceo. Oggi alcuni esemplari però vivono anche in zone più esposte ed aperte, ma pur sempre caratterizzate da una massiccia presenza di un manto roccioso.

Il problema della carne di stambecco

Ciò che ha portato alla quasi completa estinzione di questi meravigliosi esemplari è stata la caccia, che nel XIX secolo non era regolamentata e ha portato allo sterminio di moltissimi stambecchi. La carne di questi mammiferi viene infatti considerata prelibata in alcuni Paesi ma ricordiamoci che in Italia fortunatamente la caccia è vietata e che consumare questo alimento significa minacciare una specie ancora fragile che meriterebbe di essere protetta.


Loading...