Stati Uniti: il successo dell’agroforestazione

L’agroforestazione sta crescendo molto negli Stati Uniti ed è stato appena deciso un ingente finanziamento per la tecnica sostenibile cne fonde agricoltura e arboricoltura.

Agroforestazione

L’agroforestazione (dall’inglese agroforestry), anche consociuta come agroselvicoltura è un sistema agricolo in cui vengono combinate specie arboree o arbustive perenni e cereali, ortaggi o pascoli nella stessa unità di superficie.

L’agroforestazione è sempre più utilizzata negli Stati Uniti, e anche il governo è consapevole di come il tipo di agricoltura sia tra i più sostenibili e positivi per il clima e sono stati investiti 60 milioni di dollari per farla progredire e diffondere sempre più. Perché implementare sempre più una tecnica agricola sostenibile può essere una delle soluzioni da applicare per la transizione ecologica di cui il mondo ha bisogno. Basti pensare che la tecnica che fonde colture e bestiame annuali con arbusti e alberi perenni diviene anche un ottimo sistema di sequestro del carbonio, e non solo.

Investire per il bene del Pianeta con scelte più sostenibili: l’agroforestazione

agroforestazione

Per l’agroforestazione sono stati stanziati 60 milioni di dollari negli Stati Uniti, parte del programma di finanziamento Partnerships for Climate-Smart Commodities, presentato a settembre dall’USDA.

La somma di denaro federale che andrà a sostegno del Dipartimento dell’Agricoltura (USDA) è una notizia che abbraccia una svolta più green nel settore, in quanto la tecnica di agricoltura in realtà ben più antica di quanto si pensi è innanzitutto sostenibile, sequestra carbonio e giovan anche alla biodiversità.

Non solo, ma con l’agroforestazione si aumentano le falde acquifere mentre si costruisce il suolo, assicurando alle aziende agricole di essere sempre più resistenti contro fenomi come siccità, caldo e alluvioni.

Per ora solo circa l’1,5% dell’agricoltura statunitense è da classificare come agroforestale. I dati sono stati raccolti dopo una recente analisi del National Agroforestry Center (NAC) dell’USDA.

Ecco dunque l’importanza di assistenza tecnica e anche di campagne sensibilizzazione per gli agricoltori così da far crescere nel migliori dei modi il settore che riceverà l’importante investimento. Denaro che sarebbe un peccato utilizzare in modo non corretto, ma serve prima di tutto, preparazione:

Dopo oltre 30 anni di lavoro sull’agroforestazione negli Stati Uniti, il momento del settore è arrivato. È una benedizione e una maledizione perché da un lato, il nostro settore non ha mai visto questo livello di impegno per l’agroforestazione. D’altra parte, siamo ancora tristemente impreparati, senza abbastanza fornitori di servizi adeguatamente attrezzati per formare gli agricoltori nelle moderne forme di agroforestazione.

Ha spiegato Meghan Giroux, direttrice della società di consulenza agroforestale Interlace Commons (Vermont), la quale è recentemente intervenuta sull’argomento su Mongabay.