Stella Polare: come individuarla in cielo e altre curiosità

0
131
Stella-polare

La stella polare è stata da sempre il punto di riferimento che ha permesso all’uomo di orientarsi osservando il cielo. Si tratta infatti di un corpo celeste che si può ammirare ad occhi nudo perchè particolarmente luminoso e che si trova allineato con l’asse di rotazione di un Pianeta. Nel caso della Terra, possiamo dire che esistono due stelle polari anche se quella che viene sempre citata e presa come punto di riferimento è Polaris (o Ursae Minoris) che indica il Polo Nord. Come vedremo tra poco però esiste anche una stella polare australe e quella presente attualmente ha il nome di Octantis.

Stella polare boreale e australe

Come abbiamo appena accennato, non tutti sanno che non esiste una sola stella polare: sono infatti due i corpi celesti che indicano i punti cardinali nel cielo. Il problema è che Octantis, ossia quella che dovrebbe teoricamente essere la stella polare australe, è invisibile ad occhio nudo ed è quindi poco utile per orientarsi visto che non la si può vedere nel cielo.

Cosa ben diverse è invece la stella polare presente nell’emosfero boreale ossia Polaris. Questo corpo celeste si vede facilmente anche ad occhio nudo ed è da sempre il punto di riferimento per orientarsi osservando il cielo.

Come individuare la stella polare in cielo

Stella-polarePolaris si può individuare osservando il cielo, anche se a dire il vero non è proprio facilissimo riuscire a vederla e non sempre la si riesce a scovare immediatamente. Per trovare polaris dobbiamo rintracciare nella volta celeste la costellazione dell’orsa maggiore (o grande carro) che è semplicissima da individuare. La forma delle stelle che la compongono è infatti proprio quella di un carro, con 4 punti luminosi che formano un trapezio e altre tre stelle che invece si allungano disegnando una sorta di corda.

Polaris però non appartiene all’orsa maggiore ma a quella minore, che ha la stessa forma ma dimensioni inferiori. Per trovare quest’altra costellazione partendo dal carro maggiore dobbiamo concentrarci sulle ultime due stelle che sono allineate a formare il trapezio e prolungare la linea immaginaria che le collega. L’orsa minore si trova ad una distanza pari a circa 5 volte quella presente tra le due ultime stelle del carro maggiore.

Una volta che abbiamo trovato il piccolo carro abbiamo individuato anche la stella polare: essa infatti è quella più luminosa che compone il trapezio immaginario.

La stella polare si vede sempre?

La stella polare è un punto di riferimento sempre visibile, ma solo per chi si trova nell’emisfero boreale. In quello australe solitamente si fa riferimento alla croce del sud: una costellazione particolarmente luminosa che non si trova molto distante da Octantis. Chi si trova nell’emisfero boreale può ammirare Polaris sempre e la sua posizione non cambia mai in cielo, nonostante la rotazione della Terra. Il motivo è molto semplice: questa stella infatti si trova allineata con l’asse di rotazione del nostro Pianeta. Anche quando la Terra ruota quindi la stella polare rimane sempre nella stessa posizione per chi osserva il cielo.

Ti potrebbe interessare anche…