Stop alle auto a diesel, benzina e gpl : addio dal 2035 ai veicoli inquinanti

-
23/06/2022

Il pacchetto Fit for 55, contempla tredici provvedimenti per il raggiungimento dell’obbiettivo emissioni-zero da parte dell’Unione Europea. Da poco è stato messo ai voti lo stop alle vendite delle auto ad alte emissioni come quelle a diesel, benzina e gpl. Andiamo a scoprire quale sarà la novità.

Emissioni, Co2

Se non interveniamo con misure volte alla riduzione dell’impatto nei confronti dell’ambiente ci ritroveremo a dover far fronte a situazioni davvero sfavorevoli.

Gli obbiettivi climatici dell’Unione Europea

Europa

In un’ottica di raggiungimento di obbiettivi climatici stabiliti dall’Unione Europea per il 2030 e per il 2050, il Parlamento Europeo ha rivisto la tematica del progressivo azzeramento dei livelli di emissioni di gas serra in atmosfera. La decisione riguarda la riduzione totale di Co2 legata all’utilizzo di auto inquinanti.

Il raggiungimento di emissioni zero per la mobilità su strada sono previste per il 2035, inoltre sono stati inseriti degli obbiettivi intermedi, fissati al 55% per le autovetture e al 50% per i furgoni entro il 2030.

Il Parlamento Europeo ha proposto lo stop alla vendita di auto e veicoli commerciali leggeri a diesel, benzina e con motori a combustione interna a partire dal 2035. Tutte queste misure sono inserite nel pacchetto di azioni contro il cambiamento climatico chiamato Fit for 55. Mancherebbe solo il sì definitivo del Consiglio europeo e la Commissione.

Obbiettivi climatici: cosa cambia

SOSTENIBILITà

In sostanza, a partire dal 2035, non potranno essere immatricolati auto e furgoni a combustione interna, mentre i veicoli già circolanti potranno continuare ad essere utilizzati fino al giorno in cui non concluderanno il proprio ciclo di prodotto. I veicoli che potranno essere venduti saranno solamente quelli a zero emissioni, con motori ad idrogeno oppure con batterie elettriche.

L’UE è la terza produttrice mondiale di Co2 dopo Cina e Stati Uniti e la circolazione delle vetture a combustione interna rappresenta solo il 12% delle emissioni totali. Diciamo che agira sul settore della mobilità potrebbe apportare dei significativi risultati per il benessere del Pianeta.

Per le case produttrici di veicoli a combustione interna sarà il caso di iniziare a pensare nuove strategie di produzione per la creazione di veicoli a zero emissioni.