Surfinia: la pianta perfetta per decorare il balcone di casa

-
21/04/2020

La surfinia è una pianta davvero bellissima: una delle più apprezzate da coloro che amano decorare il balcone con varietà pendule che tendono a cadere verso il basso. Quello che in molti non sanno è che questa pianta non solo appartiene alla stessa famiglia della petunia ma deriva propria da essa. La surfinia è infatti un ibrido, nato proprio da due specie di petunie che unite tra loro hanno dato vita ad una pianta dalle caratteristiche molto simili ma decisamente più resistente e semplice da coltivare.


Insieme ai gerani (altri fiori perfetti per decorare il balcone), le surfinie sono le piante più utilizzate in Italia per decorare i balconi delle case perchè le fioriture sono abbondanti e coloratissime. Parliamo di una specie che si adatta perfettamente alla coltivazione in vaso e che quindi non presenta problematiche da questo punto di vista. La surfinia è anzi più adatta a questo tipo di coltivazione piuttosto che a quella in terra piena, che comunque regala grandissime soddisfazioni.

Surfinia: varietà e caratteristiche della pianta

La surfinia è una pianta erbacea dal portamento pendulo, che fiorisce in primavera fino all’autunno ma è in grado di resistere anche a temperature piuttosto rigide e quindi sopravvive senza troppi problemi anche alla stagione invernale. Appartiene alla famiglia delle solanacee, proprio come la petunia, e si caratterizza per una fioritura abbondante e per le foglie profumate.


Leggi anche: Fiori da balcone: i più belli e facili da coltivare in vaso

In vivaio possiamo trovare numerose varietà di surfinia, che si distinguono per via della colorazione dei fiori. Tra le più particolari ricordiamo la surfinia nera e la purple, ma in quanto a tonalità possiamo ormai trovarne davvero moltissime, per tutti i gusti.

Surfinia: consigli per la coltivazione in vaso

Come abbiamo accennato, questa è una pianta che si presta benissimo alla coltivazione in vaso ed è molto resistente quindi ci può regalare delle soddisfazioni grandissime. Necessita di poche attenzioni, ma se vogliamo che la fioritura sia un vero e proprio spettacolo per gli occhi dobbiamo mettere in atto alcune semplici strategie.

Dove collocare le surfinie: esposizione migliore

Per quanto riguarda l’esposizione, le surfinie amano il sole quindi conviene scegliere una zona soleggiata perchè questo favorisce la fioritura e le rende ancora più belle e decorative. Possiamo collocare la pianta anche in pieno sole: non c’è alcun pericolo perchè le surfinie amano anche i raggi solari diretti e anzi, li gradiscono.

Annaffiatura: quanta acqua dare alle surfinie

Per quanto riguarda l’annaffiatura, è bene ricordare che le surfinie hanno bisogno di molta acqua specialmente durante la fioritura. Bisogna però dare alle piante grandi quantitativi ma non troppo frequenti: la regola è di attendere che il terreno sia completamente asciutto prima di procedere con l’irrigazione successiva. Solitamente quindi bisogna annaffiare ogni 3 giorni nelle stagioni più calde, mentre in autunno e in inverno con molta meno regolarità.

Il segreto per una fioritura abbondante

Il segreto per una fioritura davvero abbondante e scenografica sta tutto nella concimazione, che andrebbe effettuata ogni 10 giorni nel periodo della fioritura. In questo modo le surfinie regalano uno spettacolo unico e rendono il balcone una vera e propria esplosione di colori.


Potrebbe interessarti: Petunie: guida alla coltivazione in vaso sul balcone