Tagliare il prato: gli orari migliori e altri consigli utili

0
253
Tagliare-il-prato-orari-migliori

Con l’arrivo della primavera bisogna tornare a preoccuparsi della manutenzione del proprio giardino, perchè una volta che il pericolo di gelate è terminato l’erba ricomincia a crescere e lo fa molto velocemente. Per questo motivo, è importante tagliare il prato regolarmente in modo da poter avere un manto erboso sempre perfetto, da sfruttare per tutta la bella stagione. Anche se all’apparenza può sembrare un’operazione semplice, il taglio del prato richiede alcune attenzioni particolari e conviene dunque informarsi prima di procedere, perchè altrimenti si rischia di combinare qualche pasticcio.

Oggi vi diamo alcuni consigli che senz’altro vi torneranno utili per prendervi cura nel modo giusto del vostro giardino e potervelo godere per i prossimi mesi.

Quando tagliare il prato in primavera

Innanzitutto, è bene ricordare che in primavera si può ricominciare a tagliare l’erba del proprio giardino ma bisogna aspettare che sia cresciuta e abbia raggiunto una determinata altezza. Se infatti provvediamo alla tosatura con troppo anticipo rischiamo di rovinare il manto erboso e di fare dei danni. Non possiamo generalizzare e indicare una data precisa in cui si può iniziare a tagliare il prato, perchè tutto dipende dalle temperature e dal clima in generale. Per non sbagliare, l’unica cosa che possiamo fare è misurare l’altezza dell’erba e tenere a mente che quella ideale per un giardino è di 5 cm. Quando il prato raggiunge un’altezza di 6-7 cm è quindi arrivato il momento di procedere con la tosatura.

Glli orari migliori della giornata per tagliare il prato

Una volta che arriva la primavera, l’erba del giardino deve essere tagliata con costanza perchè solo in questo modo è possibile mantenerla sempre curata e sana. Generalmente, è consigliabile provvedere con la tosatura una volta alla settimana, ma è bene ricordare anche che ci sono dei momenti della giornata migliori di altri per tagliare il prato. Soprattutto in estate infatti, il calore dei raggi solari potrebbe creare problemi ed è quindi meglio evitare di procedere con la manutenzione ordinaria durante le ore centrali della giornata, per questo oggi possiamo farci aiutare dalla tecnologia che ha sviluppato molti modelli di robot tagliaerba adatti a farci risparmiare tempo visto che si possono programmare all’orario che preferiamo.

I momenti della giornata migliori per tagliare l’erba

Gli orari migliori per tagliare il prato di casa sono quelli serali, quando il sole inizia a tramontare. Questo perchè le temperature sono più miti, non ci sono raggi solari diretti che potrebbero bruciare l’erba ed il terreno è bello asciutto. In alternativa è possibile svolgere questa operazione anche al mattino presto: l’importante è evitare le ore più calde.

Attenzione all’erba umida

E’ importante ricordare che il prato non deve essere tagliato dopo l’irrigazione: se infatti l’erba non è completamente asciutta si rischia di ottenere un risultato poco uniforme e potrebbe essere più complicato riuscire ad effettuare una tosatura precisa. La vegetazione quando è umida tende ad afflosciarsi e le lame potrebbero avere difficoltà nel recidere i fili d’erba se non sono perfettamente asciutti.

Quando irrigare il prato di casa

Per quanto riguarda l’irrigazione, specialmente nei mesi più caldi conviene effettuarla in orario serale o notturno. Ciò consente all’erba di assorbire gradualmente l’acqua senza che questa evapori troppo velocemente per via del calore eccessivo o del sole.

Loading...