To-Move, nuovo scooter elettrico in bambù: benefici e costo

-
17/04/2022

Sostenibile, versatile e comodo , ecco la nuova idea di una start-up torinese che parla di micromobilità sostenibile. Andiamo a scoprire di cosa si tratta.

750890-16×9-sm

Il progetto parla di uno scooter composto da un telaio in legno di bambù. un motore elettrico 100% ad impatto zero e un design innovativo che consente una certa facilità nel ripiegarlo per un trasporto veloce anche in metro.

To-move: lo scooter elettrico richiudibile

To-move è il nuovo scooter elettrico ideato dalla omonima star-up torinese che verrà realizzato in collaborazione con Reinova , un’azienda emiliano-romagnola che si occupa di sviluppo e innovazione in nel campo della mobilità elettrica.

Il modello è stato disegnato da Andrea Strippoli accompagnato da differenti designer del Politecnico di Torino . Il progetto ha portato alla creazione di uno scooter leggero, facile da trasportare ,alimentato a batterie elettriche. Il veicolo è richiudibile , caratteristica che garantisce un trasporto facilitato anche su mezzi di trasporto come treni o aerei, inoltre la peculiarità principale del To-move riguarda il telaio che è interamente costituito da bambù, un materiale completamente naturale e sostenibile. 


Leggi anche: Scooter elettrico: numerosi vantaggi

To-move e Reinova , una volta raggiunto l’accordo stanno lavorando tutt’ora al progetto finale . Le due aziende assicurano che lo scooter fornirà velocità e accelerazioni diverse, oltre alle diverse funzioni d’utilizzo e alle varie capacità di autonomia.

Il prototipo e lo scooter To-move verrà prodotto interamente in Italia e sarà disponibile sul mercato nei prossimi mesi.

Sostenibilità

Le dichiarazioni e le altre idee di To-move

La stessa start-up sta sviluppando in parallelo anche un veicolo a guida autonoma ,pensato per le grandi città e per il trasporto dei lavoratori in ufficio per una mobilità più sostenibile.Quest’altra idea innovativa è chiamata “office on the road”.

Andrea Strippoli , Chief Executive officer di To-move dichiara:
“Trovare persone, manager e imprenditori che credono in un progetto, in un design e nello spirito di 3 ragazzi è stata una sorpresa positiva. To-Move darà vita ad idee e sogni, darà concretezza a concetti di mobilità diversi e lo farà con la professionalità, la competenza, l’agilità dei professionisti di Reinova. Saremo veloci, agili e soprattutto sempre innovativi. Saremo guidati dalla curiosità di esprimere in prodotti ciò che la natura ci mostra! To-Move nasce per unire idee e prodotti italiani. Reinova ed e-power daranno il contributo tecnologico allo sviluppo del Powertrain. Noi daremo il vestito alla migliore tecnologia italiana”


Potrebbe interessarti: Monopattino elettrico: consigli per l’acquisto

Connettività,condivisione,sostenibilità e modularità , ma anche economia circolare sono le parole d’ordine del nuovo progetto di To-move.

Spiega Giuseppe Corcione , Chief Executive Officer di Reinova e Presidente di To-move continua:”Ho deciso di creare questa start up innamorandomi delle idee, della passione e della creatività di 3 ragazzi. Sento il bisogno di sostenere lo sviluppo della nuova mobilità in Italia e di creare piattaforme di veicoli completamente nuove e guidate da idee futuristiche che rispettino l’economia circolare. To-Move è solo il primo esempio di come Reinova può contribuire a creare e convertire realtà industriali non ponendosi il problema di ciò che si perde ma focalizzandosi su ciò che si può costruire, cogliendo le occasioni generate da questa imponente rivoluzione industriale. Connettività, condivisione, sostenibilità e modularità sono i pilastri di questo ambizioso progetto uniti alla creatività italiana e alla valorizzazione del Made in Italy»

Che dire? Tutte idee innovative per una mobilità più sostenibile e un futuro privo di inquinanti per l’ambiente.