Yerba Mate: caratteristiche e proprietà

-
19/05/2021

La Yerba Mate è una pianta originaria del Sudamerica e particolarmente diffusa in Cile, Argentina, Brasile, Uruguay e Paraguay. Da questi alberi, che possono raggiungere un’altezza di ben 20 metri, si utilizzano le foglie per preparare l’infuso. Scopriamo insieme le caratteristiche di questa pianta e i benefici che si possono trarre dal suo infuso.

yerba-mate-2438159_1920

Con il termine Yerba Mate si indica solamente la pianta. La bevanda, diffusa da sempre in tutto il Sudamerica ma entrata anche nel mercato italiano, si chiama semplicemente Mate. Apprezzato per via delle sue caratteristiche e delle proprietà benefiche, il mate non è altro che un infuso molto simile al tè e prepararlo è semplicissimo.

Yerba Mate: caratteristiche e proprietà

Al giorno d’oggi non è complicato trovare le foglie di yerba mate in erboristeria o al supermercato. Con queste si può realizzare la bevanda, semplicemente mettendole in infusione in acqua come si fa per qualsiasi tipo di tè. Grazie al suo contenuto di caffeina, il mate può sostituire il nostro caffè.


Leggi anche: Falda Freatica: cos’è e quali rischi corre

E’ proprio quello che avviene nei Paesi Sudamericani, dove questa bevanda viene consumata ogni giorno proprio come noi facciamo con l’espresso. Rispetto al caffè però, il mate è più salutare e tra poco vedremo il perché.

Yerba Mate: la pianta sudamericana

La yerba mate (Ilex paraguariensis) è una pianta sudamericana che come abbiamo accennato può raggiungere altezze davvero elevatissime e appartiene alla famiglia delle Aquifoliacee. Produce dei fiori raggruppati in piccoli mazzi e delle bacche di colore rossastro, ma l’unica parte della pianta che viene utilizzata per realizzare il mate sono le foglie. Queste vengono raccolte e fatte essiccare, dopodiché vengono tritate e impiegate per realizzare il famoso infuso.

Mate: proprietà e benefici

mate-6176313_1920

L’infuso di Yerba Mate è diventato popolare anche in Europa per via delle sue interessanti proprietà benefiche e perché si presenta come un ottimo sostituto del caffè. Contiene infatti mateina ossia caffeina ed è quindi una bevanda energizzante, ideale per fronteggiare i periodi di maggiore stanchezza fisica e mentale.

Si tratta inoltre di un infuso dalle proprietà diuretiche e quindi depurative e grazie al contenuto di polifenoli ha anche un effetto antiossidante. Sembra che il mate contenga anche delle sostanze in grado di debellare le cellule cancerogene in caso di cancro al colon. 

Alcune persone bevono il mate anche per dimagrire, perché effettivamente questa bevanda ha un elevato potere saziante e contemporaneamente facilita la digestione. E’ quindi ottima per chi deve seguire una dieta dimagrante e potrebbe aiutare a perdere peso più facilmente.

Per quanto riguarda le controindicazioni, queste sono legate al contenuto di caffeina: il mate potrebbe risultare eccitante e quindi provocare nervosismo proprio come il caffè.

Preparazione dell’infuso di Yerba Mate

L’infuso di yerba mate si può preparare come un normalissimo tè, lasciando in infusione le foglie sminuzzate per qualche minuto. Se si vuole seguire la tradizione però si dovrebbero utilizzare degli strumenti specifici ossia il matero (che è un tazza particolare) e la bombilla che è una cannuccia.

In questo caso si mettono le foglie direttamente nel matero, si aggiunge l’acqua bollente e dopo qualche minuto si può bere l’infuso direttamente dalla cannuccia, lasciando le foglie all’interno della tazza.