Biogas: una fonte di energia ecologica che offre diversi vantaggi

-
18/07/2020

Il biogas è una fonte di energia ecologica e rinnovabile che merita di essere valorizzata perchè offre numerosi vantaggi. Negli ultimi anni, gli impianti a biogas si sono diffusi ampiamente, soprattutto nelle campagne del nord Italia e hanno portato ad una vera e propria rivoluzione nel settore agricolo. Se infatti da un lato parliamo di una fonte di energia rinnovabile ricca di vantaggi, dall’altro bisogna ricordare che producendo il biogas è possibile ottenere anche il digestato, un fertilizzante del tutto naturale. I vantaggi dunque sono duplici e decisamente interessanti.


Vediamo nel dettaglio cos’è il biogas, come viene prodotto e quali sono i pregi di questa fonte di energia rinnovabile e completamente ecologica.

Biogas e digestato: di cosa si tratta

Il biogas è una miscela di varie tipologie di gas (con prelavenza di metano), prodotti dalla fermentazione in assenza di ossigeno di varie sostanze organiche. Uno dei prodotti di scarto del biogas è il digestato: una fertilizzante liquido completamente naturale che trova impiego in campo agricolo e consente di ridurre l’inquinamento ambientale.

Il biogas può essere convertito in energia elettrica attraverso un generatore ed è quindi in tutto e per tutto una fonte rinnovabile e completamente ecologica. A differenza di altre fonti di energia però, questo gas non incide in alcun modo sulla filiera alimentare e sul prezzo dei prodotti agroalimentari. E’ dunque anche economico e questo è la caratteristica distintiva di questa fonte di energia rinnovabile.


Leggi anche: Impianto geotermico: cos’è, come funziona e qual è il costo ad uso domestico

Come viene prodotto il biogas

Quest gas naturale viene prodotto attraverso degli impianti speciali che hanno la forma di grandi cilindri e si possono trovare in diverse campagne del nord Italia. Solitamente, gli impianti a biogas vengono collocati in campi destinati all’agricoltura proprio perchè la materia prima necessaria per il loro funzionamento sono gli scarti organici.

All’interno dei clindri, le sostanze organiche fermentano in assenza di ossigeno sprigionando gas del tutto naturali che vengono poi convertiti in energia elettrica attraverso un generatore. Gli scarti invece sono utilizzati per concimare i campi.

I numerosi vantaggi del biogas

Come abbiamo accennato, il biogas offre innumerevoli vantaggi non solo per quanto riguarda la produzione di energia elettrica ma anche nel settore agricolo. Vediamo nel dettaglio quali sono i pro dell’utilizzo di questa fonte di energia rinnovabile.

E’ una fonte di energia ecologica

Il primo grande vantaggio di questo gas è che si tratta di una fonte di energia completamente ecologica e rinnovabile, che si contrappone quindi ai combustibili fossili. Il biogas non inquina l’ambiente e la materia prima necessaria per produrlo sono scarti organici quindi la loro disponibilità è sempre garantita.

Riduce le emissioni di CO2 e metano

La produzione di biogas riduce le emissioni di anidride carbonica e di gas metano, entrambi inquinanti atmosferici.

Non influisce sui pressi della filiera alimentare

Questa miscela di gas non influisce in alcun modo sui prezzi della filiera alimentare e può dunque essere considerato anche economico rispetto ad altre fonti di energia rinnovabile.

Permette di ottenere un fertilizzante naturale

La produzione di questo gas naturale consente di ottenere un fertilizzante completamente biologico e quindi non inquinante.


Potrebbe interessarti: Fonti di energia rinnovabile