Libellula: il predatore più letale del regno animale

0
763
Libellula

La libellula è un insetto che capita spesso di vedere e che in alcuni casi può suscitare anche un po’ di timore, nonostante sia del tutto innocua per l’uomo. A far scattare la paura eventualmente può essere la sua velocità: quando è in picchiata la libellula sfreccia come un missile e vederla arrivare nella nostra direzione può farci momentaneamente sobbalzare. Questo piccolo insetto, secondo gli scienziati, è il predatore più letale del mondo animale: nonostante le sue dimensioni alquanto ridotte infatti è in grado di colpire i propri nemici con una precisione unica.

La libellula quindi non è l’insetto semplice e banale che pensiamo: nel suo cervello si celano delle connessioni molto sofisticate, che ad oggi nemmeno la scienza è stata in grado di spiegare al 100%. Quello che sappiamo è che la libellula è un predatore meticoloso e che i suoi attacchi vanno a buon fine nel 97% dei casi, il che è straordinario se pensiamo che nel caso dei maggiori predatori come squali e leoni la percentuale non supera mai il 50%!

Libellula: aspetto e caratteristiche

LibellulaLa libellula è un insetto che appartiene all’ordine degli Odonati. Il suo nome deriva dal latino “libra” che significa bilancia ed è dovuto al fatto che quando è in volo le sue ali sono in posizione perfettamente orizzontale. Il corpo della libellula è piuttosto lungo ed è suddiviso in 11 segmenti, mentre le zampe si trovano esclusivamente nella parte anteriore e sono scarsamente utilizzate dall’insetto, che solo di rado cammina. La libellula trascorre gran parte della sua vita in volo quando è sveglia.

Come abbiamo detto, le libellule sono dei predatori particolarmente abili e rapidi: quando volano possono raggiungere una velocità di 50 km/h e afferrano le proprie prede proprio mentre sono in volo. Non si fermano nemmeno per mangiarle: le divorano direttamente, sempre in aria.

Cosa mangia la libellula?

Le libellule si nutrono principalmente di insetti: mosche, zanzare e altri invertebrati (acquatici e non) che come abbiamo visto catturano e divorano mentre sono in volo. Il loro apparato boccale è molto particolare perché il labbro inferiore è dotato di alcune pinze in grado di afferrare con estrema precisione la preda e divorarla molto velocemente.

Quanto vive la libellula? La metamorfosi

Le larve della libellula vivono in acqua per ben 3 anni e in questo periodo di tempo fanno una vera e propria strage, cibandosi di tutte le larve degli insetti che trovano a disposizione. Quando sono in questo primo stadio, si nutrono principalmente di coleotteri d’acqua, larve di zanzara e girini, ma anche di alghe. Le libellule vivono molto di più sotto forma di larva che di insetti veri e propri. Il terzo anno, nel periodo estivo, la larva fuoriesce dall’acqua e si asciuga al sole fino a quando il suo esoscheletro si secca trasformandosi in una crisalide.

Una volta che l’insetto si è formato all’interno della crisalide, questa si disintegra e fuoriesce la libellula che però ha una vita molto breve. Ha infatti solamente 5-6 giorni per deporre le uova e cibarsi degli insetti in volo, dopodichè muore.

Ti potrebbe interessare anche…