Cause e conseguenze della deforestazione

0
4770
Deforestazione

La deforestazione è uno dei più grandi problemi ambientali della nostra epoca: l’impatto che questo fenomeno può avere (e sta già avendo) sul nostro ecosistema è di portata allarmante ed i Paesi occidentali stanno infatti cercando di rimediare a questo problema, che come vedremo è stato causato proprio da loro.

Con deforestazione si intende la riduzione di boschi e foreste: si tratta di un processo che ha portato allo sfruttamento intensivo di tutte le aree verdi naturali presenti nel mondo, ma visti gli effetti devastanti che tutto questo sta producendo nell’atmosfera i Paesi Sviluppati stanno ora cercando di mettere in atto una serie di misure di rimboschimento. Tuttavia, il fenomeno ha una tale portata che sembra difficile, ormai, rimediare.

Le cause della deforestazione

DeforestazioneLe cause della deforestazione sono diverse, e sono oggi imputabili sia ai Paesi in via di sviluppo che a quelli già industrializzati:

  • Necessità di nuove aree coltivabili. Nei Paesi in via di sviluppo, la deforestazione è la diretta conseguenza della necessità di creare nuove terre da destinare alle colture: buona parte della popolazione vive ancora con un’economia di sussistenza quindi ne ha effettivamente bisogno. Il problema è che tali terreni vengono poi acquistati dagli speculatori, che li destinano allo sfruttamento edilizio o minerario.
  • Necessità del legname come combustibile. Il legname rimane ancora la materia prima per eccellenza come combustibile: un terzo della popolazione mondiale necessita del legno per poter riscaldare le proprie abitazioni.
  • Domanda di legno pregiato. Purtroppo, la continua domanda di legno pregiato non fa che peggiorare il problema, soprattutto nelle foreste tropicali ed equatoriali.

Le conseguenze della deforestazione

Ma a cosa ci porterà tutto questo? Lo sfruttamento intensivo delle foreste, se non si trova subito una soluzione che possa risolvere il problema in modo massiccio, rischia di mutare completamente il nostro ecosistema, con conseguenze terribili.

  • Intensificarsi dell’effetto serraLe piante e gli alberi, mediante il processo di fotosintesi clorofilliana, trasformano l’anidride carbonica presente nell’atmosfera in ossigeno: il disboscamento quindi determina un aumento di CO2 e di conseguenza un acuirsi dell’effetto serra e del surriscaldamento globale.
  • Cambiamenti climatici e rischio idrogeologico. Il disboscamento determina cambiamenti nel clima (anche delle singole regioni) e aumenta il dissesto idrogeologico: questo significa che il rischio di frane, alluvioni e smottamenti è sempre più elevato.
  • Minore biodiversità. Abbattendo le foreste, numerose specie di animali e vegetali rischiano l’estinzione definitiva e anche da questo punto di vista i mutamenti sul nostro ecosistema sono notevoli.

La situazione attuale

Attualmente, gli effetti devastanti della deforestazione sono stati messi in evidenza, soprattutto da parte dei Paesi Sviluppati, primi responsabili del fenomeno. I tentativi messi in atto per ridurre i fenomeni di disboscamento sembrano per il momento nulli: i Paesi in via di sviluppo infatti ritengono di avere il pieno diritto di sfruttare le foreste, proprio come avevano fatto i Paesi occidentali.

Questi, dal canto loro, stanno cercando di reintegrare zone verdi con il rimboschimento ma queste non sono comunque sufficienti ad arginare il problema della deforestazione e le sue conseguenze.

Leggi altri approfondimenti: