Copertina

Enel inaugura il nuovo parco eolico di Frosolone

L'impianto in provincia di Isernia fornirà energia rinnovabile a 26.000 famiglie, evitando emissioni di CO2 per circa 55.000 tonnellate all'anno

Enel procede spedita sulla via delle rinnovabili. A dimostrazione dell'impegno della compagnia energetica per le energie verdi l'inaugurazione di oggi del nuovo parco eolico di Frosolone, in provincia di Isernia, alla presenza dell'amministratore delegato e direttore generale di Enel, Fulvio Conti, e del presidente della Regione Molise, Michele Iorio. L'ammodernamento realizzato e il programma di ampliamento dell'impianto che sarà completato entro l'anno  comportano un investimento complessivo di 39 milioni di euro.

L'impianto rinnovato è situato in località Acquaspruzza e sostituisce il campo eolico realizzato da Enel nel 1995. La decisione di rinnovarlo ha richiesto, come si legge nella nota ufficiale, un investimento di circa sette milioni di euro e ha consentito di sostituire i vecchi aerogeneratori con nuove macchine più affidabili, silenziose e con una resa migliore. Entro l'anno l'impianto sarà dotato complessivamente di 45 aerogeneratori, con un investimento di ulteriori 32 milioni di euro, per una potenza installata di circa 38 megawatt: a regime, fornirà energia elettrica per 76,6 milioni di kilowatt/ora, sufficiente a soddisfare il fabbisogno di 26.000 famiglie, evitando emissioni di CO2 in atmosfera per circa 55.000 tonnellate annue.

«Questo impianto - ha affermato Conti - è un esempio virtuoso di collaborazione tra impresa, istituzioni locali e associazioni amiche dell'ambiente che ci auguriamo possa essere replicato anche in altre regioni d'Italia. L'impegno di Enel nelle fonti rinnovabili è rilevante e in continua, forte crescita: già oggi la produzione Enel priva di emissioni rappresenta circa il 30% del totale. A fine 2007 la capacità eolica installata in Italia è salita a 315 Mw: l'obiettivo del nuovo piano industriale che abbiamo presentato pochi giorni fa è di moltiplicare per cinque questo impegno, per arrivare a 1.490 Mw eolici installati in Italia entro il 2012. Crediamo nell'eolico e vogliamo giocare un ruolo da protagonisti nello sviluppo di questa fonte di energia anche nel nostro Paese».

«Il Molise vanta un patrimonio ambientale di inestimabile valore - ha detto il presidente della Regione Iorio - che si caratterizza per un'armonica convivenza dell'uomo con il territorio incontaminato in cui ha la fortuna e il privilegio di vivere. Per questo come Regione abbiamo posto attenzione alla salvaguardia del nostro paesaggio e abbiamo avviato politiche di sviluppo sostenibile. Il tutto nella consapevolezza che la crescita economico-sociale di un territorio deve essere legata ad un sapiente e virtuoso percorso di valorizzazione ed esaltazione delle peculiarità naturale. Un esempio di questo procedere  è proprio il supporto a iniziative come quella che oggi presentiamo, che opportunamente lega una risorsa naturale, quale è il vento, alla produzione di energia pulita».

Il nuovo campo, infatti, rientra nel piano di sviluppo delle fonti rinnovabili della Regione Molise che prevede, nei prossimi mesi, l'installazione di impianti eolici che svilupperanno una potenza complessiva pari a 50 Mw. Agli impianti esistenti (Frosolone, Campolieto e Montarone), si aggiungerà l'ampliamento dell'impianto inaugurato oggi, che interesserà, oltre a Frosolone, anche il comune di Macchiagodena e i nuovi impianti nei comuni di Roccamandolfi e Civitacampomarano.

28 Marzo 2008

Share |

La Giornata Mondiale per l'Ambiente

Anche il Papa richiama sullo spreco di beni alimentari

NeWage, la sfida ecologica di Lidia

Un concorso fotografico con Volla Music Festival per la CIttà della Scienza

Mobilitazione per la Città della Scienza

Istituzioni, Parlamento europeo, politici impegnati per la ricostruzione

Idrovia Ferrarese: viaggiare slow

Un video di Patrizio Roversi racconta i 70 chilometri di percorso navigabile

A Librino il Rito della luce, parla Pres

La manifestazione nel quartiere di Catania: studenti e giovani al centro

Librino rinasce con il "Rito della luce"

Il 21 dicembre la Fondazione Fiumara d’Arte organizza a Catania la tre giorni
Lunedì 28 Luglio 2014 12:30:27
chiudi

Recupero password

Inserisci la tua mail e ti
rimanderemo la tua password:

Registrati Hai dimenticato la password